Noi con Salvini Molise: appoggiamo la campagna No Trivelle

853

Come paventato dal comitato No Triv e dalle varie associazioni, naturalmente, contrarie alla concentrazione sul territorio locale molisano di strumenti atti allo sfruttamento e a sondaggi selvaggi sul terreno preso in esamina, tramite le famigerate foratrici per petrolio, non solo si andrebbe a minare l’ecosistema ambientale, ma si produrrebbero degli effetti incalcolabili per quanto concerne l’eco-stabilità di tutta la regione, già drammaticamente provata da smottamenti di natura franosa, e ovviamente, dal movimento tellurico.
L’iniziativa politico-culturale, che si propone di dispiegare alla popolazione le pericolosità attinenti il progetto malsano di includere in 87 km quadrati un’ispezione, nell’area comprendente i comuni di Ferrazzano, Mirabello Sannitico, San Giuliano del Sannio, Vinchiaturo, Cercepiccola, Cercemaggiore (dove sono presenti i danni di una iniziativa analoga precedente), Campodipietra, Gildone, non può essere ignorata, non può passare inosservata, perché sul futuro della nostra Terra e dei nostri Figli non si può e non si deve affatto scherzare.
Poiché l’invito per questa sensibilizzazione, accorata, è rivolto a tutte le donne e gli uomini pronti a salvaguardare le proprie redini, e che non vogliono essere proni nel veder demandare il Molise agli interessi di poche multinazionali o aziende private intente ad impoverire la ricchezza del suolo, e non solo, il movimento “Noi con Salvini Molise” ha deciso fermamente di appoggiare questa discesa sul campo, per tutelare la salute, un diritto sancito dalla nostra sana costituzione. Una costituzione reiteratamente violata tramite dei daltonismi politici, che non hanno alcun senso più d’esistere.
In quest’ordine di motivazioni ci impegneremo a sostenere presso tutte le sedi, sulle campagne di informazione per rendere nota la popolazione di questi aspetti poco chiari sulle trivellazioni, e per rendere, ovviamente, il Molise privo di contaminazioni di alcun genere. E’ altrettanto ovvio che ci aspettiamo una discesa in campo dell’intero mondo politico regionale.

Commenti Facebook