Magnifico: la rappresentanza sindacale tra i lavoratori ha senso solo se persegue il bene comune

930

Contrariamente ai miei colleghi che hanno voluto fare concorrenza a S.E. Mons Bregantini inscenando una conferenza stampa il giorno di Natale,io mi godevo una celestiale pastorale in quel di Agnone.  Ogni giorno che passa ringrazio il Signore per la fortuna che ho avuto a svolgere questa missione, riscopro quotidianamente la voglia di fare sindacato e la soddisfazione di essere al servizio dei lavoratori.  Ritengo che per la società civile e per il mondo del lavoro sia essenziale il ruolo del sindacato come traino di solidarietà che eviti estremizzazioni di tipo corporativo. Considero che la rappresentanza sindacale tra i lavoratori ha  senso solo se persegue il bene comune nella solidarietà. Questo fu il motivo che ispirò Pastore a rompere con la Cgil questa è stata la motivazione che ha fatto differenziare la Cisl dalle altre due organizzazioni nelle ultime manifestazioni.  Autonomia, solidarietà, libertà,sussidiarietà, pluralismo, formazione, autonomia, contrattazione, partecipazione, non sono parole ma frutto di pensieri profondi e programmi direlazioni congressuali.
Vorrei chiudere l’anno non con il pianto e la solita litania delle cose che non vanno ma con un breve riassunto delle cose buone e positive che hanno caratterizzato il 2014.
Grazie perché quattro lavoratori della cooperativa San Ludovico con sentenza dl giudice sono state reintegrate nel posto di lavoro.
Grazie perché, come Fisascat abbiamo sottoscritto accordo Gps con AT security per la sicurezza delle guardie.
Con le società Cicchetti e Piparo abbiamo sottoscritto accordo di cig in deroga,evitando la chiusura e salvando i posti di lavoro, con la firma del contratto di solidarietà per i lavoratori della mensa della fondazione Giovanni Paolo II, abbiamo salvaguardato salario e occupazione.
Non poco impegno abbiamo profuso per i lavoratori ex Lsu addetti alla pulizia delle scuole salvando i posti di lavoro.
Siamo risultati vincenti in diverse cause di lavoro oltre una quarantina.
Abbiamo come Fisascat risolto in sede di commissione paritetica circa cento vertenze individuali.
Abbiamo sottoscritto accordo di detassazione per i professionisti.
Abbiamo attivato corsi di formazione per i lavoratori del settore terziario con i fondi interprofessionali.
Abbiamo con accordo aziendale portato a regolarità contributiva i lavoratori del pulimento degli ospedali di Isernia e Venafro e della Tekneko di Montenero.
Ci siamo inseriti in vertenze che forse non erano di competenza Fisascat come con i dipendenti della fondazione Padre Pio e dei co co co della provincia di Isernia ai quali abbiamo dato una prospettiva di futuro.
Ultima vertenza abbiamo voluto lasciare i dipendenti della Metropol che la vigilia di Natale hanno ricevuto la lettera di licenziamento frutto di un accordo sottoscritto dalla Filcams Cgil e dalla uiltucs uil che abbamo impugnato e contestato siamo certi che i lavoratori troveranno giustizia.
In tutto questo lavoro positivo mi sembra doveroso ringraziare l’assessore Petraroia che nelle non poche difficoltà si è sempre mostrato disponibile.
Approfitto per ringraziare tutti i collaboratori che hanno hanno portato la fisascat con il loro lavoro di squadra ad un numero di associati considerevole.
Auguro un buon 2015 che faccia ritrovare il senso della realtà e porti quel lavoro e quella giustizia sociale di cui abbiamo tutti un gran bisogno.

Alfredo Magnifico

Commenti Facebook