La Venittelli ricorda la dottoressa Fossaceca a Montecitorio: il volto migliore del Molise paga con la vita e col sacrificio personale

637

Perdere una vita ancora giovane, sì, perché oggi a 51 anni si può ancora dare e dire molto, difendendo da un vile assalto criminale la sua famiglia in un luogo dove si era scelto di stare per alleviare le sofferenze altrui.  La storia della 51enne dottoressa Rita Fossaceca si è tragicamente conclusa domenica scorsa in Kenya, barbaramente uccisa in un piccolo villaggio nell’entroterra di Malindi dove prestava servizio per conto della For Life Onlus, una associazione umanitaria internazionale.  Rita Fossaceca era di Trivento, un comune della provincia di Campobasso, e da anni viveva e lavorava a Novara. Nel piccolo centro molisano vivono i genitori e i suoi parenti. Alcuni di loro pochi giorni fa sono partiti per il Kenya e si trovano ancora lì, sono il padre, la madre e lo zio, don Luigi Di Lella, uno dei parroci del paese che più volte, anche lui, si era recato in Africa dalla nipote. Rita Fossaceca è stata uccisa con un colpo di arma da fuoco mentre tentava di difendere i genitori, il padre è rimasto ferito alla testa e ad una spalla. Ferite anche due infermiere. Tutti sarebbero dovuti tornare in Italia il giorno dopo. La Farnesina ha assistito la famiglia m resta il profondo dolore per un evento tragico che ha privato il Molise, Novara e le comunità dove svolgeva il suo lavoro di una persona forte e generosa. Simbolo di una terra schiva ma tenace. “Ancora una volta il volto migliore del Molise paga con la vita e col sacrificio personale.  L’amore per i bambini e l’opera nell’orfanotrofio tragicamente conclusasi con la morte di Rita deve farci riflettere tutti coniugando la solidarietà con l’esigenza però di garantire loro la sicurezza personale.  Di Rita rimarrà il sorriso impresso nelle due foto che stanno facendo il giro del mondo”.

Alla famiglia vanno le nostre condoglianze e la nostra vicinanza e l’impegno a non dimenticare quanto quotidianamente faceva per i più deboli Rita Fossaceca. Chiediamo giustizia e attenzione da parte di tutte le istituzioni. Era doveroso che anche quest’aula ricordasse questo medico, questa figlia del Molise.

A chiusura della seduta di ieri dell’assemblea di Montecitorio, l’onorevole molisana del Pd Laura Venittelli ha formalmente ricordato la figura di Rita Fossaceca tramite questo messaggio. 

Commenti Facebook