Isernia/ Il M5S chiede anullamento del “project financing” per l’ampliamento del cimitero comunale

165

Martedì scorso, 16 luglio, il MoVimento5 Stelle Isernia ha depositato una mozione con la quale si intende impegnare la Giunta ed il Consiglio Comunale di Isernia ad annullare in autotutela tutti gli atti relativi al “project financing” per l’ampliamento del cimitero comunale.

Nonostante il susseguirsi di Delibere di Giunta e di conseguenti atti amministrativi, da ormai dieci anni il Cimitero di Isernia è interessato da progetti di ampliamento e riqualificazione ma a tutt’oggi nessun proponimento ha trovato avvio e conclusione. L’approvazione di alcuni di tali progetti, ancorché prevedesse notevoli introiti per le casse comunali, è stata addirittura revocata dopo una precedente approvazione.

Come si rileva dagli atti del Comune, tra il mese di dicembre del 2013 e il mese di gennaio del 2014, furono presentati due progetti di finanza privata (c.d. Project Financing) per la realizzazione di nuovi loculi cimiteriali, rispettivamente dalla Tecnoscavi Srl e dalla Costruzioni Calabrese Srl.

Alla presentazione di tali progetti, seguirono lunghi mesi di valutazioni e, appunto, soltanto dopo un anno (ovvero nel gennaio del 2015) il Dirigente Settore LL.PP. facente funzioni, Ing. Roberto Potena, inviò una relazione tecnica al Sindaco pro tempore e all’allora Giunta in carica, riguardante tali “project financing”.

Stranamente però, per i successivi quindici mesi, ovvero dal gennaio del 2015 all’aprile del 2016, di tali progetti non si ebbe più notizia e tutte le pratiche ad essi relative furono inspiegabilmente tenute in un cassetto. Ma guarda il caso o la coincidenza fortunosa, proprio durante il periodo di commissariamento del Comune e appena un mese e mezzo prima delle elezioni comunali, il Commissario Saladino emanò un atto di indirizzo per l’approvazione di uno dei progetti di finanza privata.

Il MoVimento 5 Stelle Isernia fu la prima (e purtroppo la sola) forza politica che si oppose a tale atto di indirizzo segnalando il rischi che avrebbe potuto generare l’affidamento di questa opera pubblica totalmente nelle mani dei privati.

Purtroppo la protervia e la presunzione da parte della Giunta Comunale, ed in special modo da parte degli assessori competenti al ramo, hanno consentito che l’iter giungesse alla approvazione del progetto preliminare, con l’approvazione del relativo dell’ordine del giorno nel maggio del 2018.

Ma a tutt’oggi, nonostante siano trascorsi ormai oltre sei anni e mezzo dalla presentazione dei progetti per l’ampliamento del cimitero, non è stato ancora realizzato un solo loculo: anzi, l’approvazione di quel progetto comporta una variante allo strumento urbanistico generale che non è stata ancora approvata dagli Enti competenti.

Pertanto, il MoVimento 5 Stelle Isernia, con la mozione  presentata, vuole ribadire la propria contrarietà ad un progetto di finanza privata che ha trovato approvazione  attraverso argomentazioni e valutazioni del tutto apodittiche e prive di fondamentoNon c’era nessuna reale urgenza di approvare l’atto di indirizzo prima citato e tutto quello che ne è conseguito, non sono stati presi in alcuna considerazione parametri fondamentali, quali ad esempio il prezzo dei loculi a carico dei Cittadini, che risulta diverso nelle citate proposte; non ci sono state approfondite valutazioni di carattere economico-finanziario, quali ad esempio le eventuali asseverazioni del piano economico-finanziario presentato dalle due Società proponenti.

Oltretutto, è necessario segnalare che, rispetto alla denominazione di “project financing” i progetti prevedono che le fonti di copertura dell’investimento saranno reperite per oltre il 75% (settantacinquepercento) grazie all’incasso anticipato del prezzo di vendita dei loculi (ovvero la c.d. “vendita su carta”): pertanto tale sistema di finanziamento potrebbe essere utilizzato anche dal Comune di Isernia senza necessariamente “privatizzare” un bene pubblico per svariati anni.Per tutti questi motivi, il MoVimento 5 Stelle Isernia vuole offrire, ancora una volta, l’opportunità alla Giunta ed al Consiglio Comunale di tornare sui propri passi, abbandonando l’idea di un progetto di finanza privata e percorrere la strada opposta (ovvero un progetto di finanza pubblica) che andrebbe unicamente a favore dei cittadini senza cedere ai privati l’ennesimo bene o servizio di questa città.

MoVimento 5 Stelle Isernia

Commenti Facebook