Il “Premione di Agnone 2015” asseganto ai Tassisti pro ospedale Caracciolo

860

Per l’anno 2015 l’Università delle Generazioni ha assegnato “Il Premione di Agnone” ai 52 tassisti di Roma che il 9 maggio scorso hanno manifestato per la salvezza dell’ospedale San Francesco Caracciolo assai utile per l’Alto Molise e l’Alto Vastese (come si legge nella motivazione). Il riconoscimento collettivo consistente in sessanta pergamene (come nella foto), una per ogni tassista e alcune per le loro associazioni di categoria, sarà ritirato sabato prossimo da Tonino Schiappoli e da Arnaldo Sabelli, ideatori e direttori del “Gruppo tassisti di Roma per il territorio e per l’ospedale interregionale di Agnone”. Tale gruppo sta organizzando un’altra manifestazione di grande attrazione a favore dell’ospedale “interregionale”, la sfilata delle auto d’epoca che avrà luogo da Villacanale ad Agnone centro nel pomeriggio di domenica 16 agosto 2015.
Per il giornalismo, l’edizione del 2015 vede premiate le dottoresse Adelina Zarlenga, che cura la pagina Agnone – Alto Molise del quotidiano “Primo Piano Molise”, ed Elisabetta Scuncio della redazione isernina de “Il Sannio”. Entrambe – secondo la motivazione del riconoscimento – sono state assai attente al territorio altomolisano e specialmente alle lotte per la salvezza dell’ospedale Caracciolo e a tante altre iniziative e manifestazioni tendenti a difendere queste montagne dallo spopolamento e dalla perdita di significato. Per entrambe le giornaliste “Il Premione” è consistito pure nel prezioso medaglione realizzato dall’artista agnonese Filippo Catolino della bottega artigiana D’Aloise.

Domenico Lanciano

Commenti Facebook