Il day after delle primarie del Pd, conclave del centrodestra. Cefaratti pronto a lasciare.

429

comune di campobassoA distanza di poche ore dall’elezione di Micaela Fanelli alla guida del Pd, il centro destra locale torna a ragionare un po’ sui “guai” di casa propria, con un occhio puntato alle elezioni sarde che nulla lasciano ben sperare per l’esito finale.
Argomento del giorno, alla riunione prevista tra qualche ora, le comunali di Campobasso e la scelta del candidato Sindaco.
Parteciperanno Gianfranco Rotondi per Forza Italia di cui è il Commissario, Ulisse di Giacomo per il nuovo centro Destra, un esponente di Progetto Molise.

Sul tavolo, appunto, il metodo ed i nomi da spendere per la prossima campagna elettorale che vede, ad oggi, un Luigi Di Bartolomeo sempre più convinto ad andare in solitaria, anche alla luce della fedeltà promessagli da 4 assessori su 6.
Tutti attendono quali saranno le indicazioni e le proposte di Rotondi, che alla causa molisana dedica i suoi ritagli di tempo, e come saranno accolte dagli altri partiti della coalizione.
Qualora il nome dovesse essere quello di Di Bartolomeo, quasi certamente già domani si sfilerebbe dal gruppo Nicola Cefaratti, che si sentirebbe libero da qualunque condizionamento ed appartenenza politica.
Altra storia se invece si dovesse immaginare un percorso alternativo a Big Gino.
Cosa questa che riaprirebbe ad una discussione più larga, con l’auspicio di coinvolgere anche movimenti civici e consiglieri uscenti non necessariamente provenienti dal centro destra.
Fatto sta che il tempo è tiranno e che il tra due mesi si presentano le liste.

Commenti Facebook