I cittadini pagano le divise ai poliziotti, la Consap consegna le “t-shirt estive – operative” acquistate con sottoscrizione pubblica

642

“Un segno tangibile che siamo nel cuore della gente che serviamo” con queste parole il Segretario Generale Nazionale della Consap (Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia) Giorgio Innocenzi si è rivolto agli allievi agenti della Scuola di Polizia di Campobasso nel corso della consueta conferenza tenutasi oggi (27 luglio 2015) presso l’Istituto Giulio Rivera. Durante l’incontro, a cui hanno partecipato anche il Segretario Generale Regionale Molise Peppino Pica, il Segretario Generale Provinciale di Campobasso Gianluca Di Giorgio, il Presidente nazionale Mauro Pantano ed il Dirigente Nazionale Raffaele Tavano, sono state consegnate agli allievi del 193° corso, delle t-shirt per i reparti operativi acquistate proprio dalla Consap con i proventi della sottoscrizione pubblica promossa dallo stesso Sindacato per far fronte alle gravi carenze di vestiario dell’Amministrazione “…che non è riuscita a consegnare al personale, un adeguato numero delle nuove magliette blu con la scritta in oro Polizia, inserite quest’anno nella dotazione estiva della divisa!!!”.
L’eccezionale canicola di questa estate – spiega il Sindacato – aveva costretto molti colleghi ad acquistare – a proprie spese – la nuova t-shirt e a far riadattare il pantalone invernale …togliendo l’imbottitura!!! Una situazione paradossale che trova spiegazione nello straordinario quanto inaudito taglio alle spese sul capitolo “vestiario” che dal 1992 ad oggi sono state ridotte di oltre l’80%, determinando un’enorme carenza di divise per gli operatori di Polizia. Una situazione contro la quale la Consap ha protestato nei giorni scorsi davanti al Viminale.
“Il nostro grazie – ha concluso Innocenzi – va anche a quelle testate, giornalistiche e on line, che hanno divulgato la nostra iniziativa consentendoci oggi di rimpinguare il vestiario di questi giovani colleghi che presto saranno sulle strade per garantire la sicurezza di tutti”.

Commenti Facebook