Federpensionati Coldiretti: gli anziani, punto di riferimento familiare

443

coldiretti-logo1“Nell’attuale situazione di crisi che incide profondamente sulla serenità delle famiglie, le persone anziane, che hanno affrontato situazioni difficili ed hanno contribuito allo sviluppo economico e sociale dell’Italia, possono offrire un punto di riferimento importante e trasmettere forti valori morali e comportamentali per il superamento delle difficoltà e per lo sforzo di creare adeguate prospettive di vita, contribuendo così alla coesione sociale. Pur in presenza della persistente crisi economica, che sembra mettere in discussione i valori del welfare, gli anziani del mondo agricolo meritano maggiore attenzione da parte delle Istituzioni” è quanto sottolinea Nicola Enzo Salvatore, presidente di Federpensionati Coldiretti Molise, che guiderà la delegazione molisana all’Assemblea Nazionale, che si svolgerà il 21, 22 e 23 gennaio e che celebrerà anche i 45 anni dell’Associazione, alla quale aderiscono settecentomila iscritti, di cui oltre dodicimila molisani.

Durante l’assemblea verranno affrontati i seguenti temi: Rapporto tra generazioni con il ruolo dei nonni nel sostegno e la formazione delle famiglie; presidi territoriali nelle aree rurali per una maggiore fruibilità dei servizi socio-sanitari e alla persona; famiglia e livelli essenziali di assistenza a valore aggiunto; iniziative ed esperienze con il ruolo attivo del pensionato quale modello di traino culturale, economico e solidale. Durante l’Assemblea di Federpensionati Coldiretti, coordinata dal presidente nazionale, Antonio Mansueto ed a cui parteciperanno il Segretario Generale Coldiretti, Vincenzo Gesmundo, ed il Presidente Confederale Roberto Moncalvo, verranno testimoniati esempi di alcuni pensionati coltivatori, che racconteranno storie specifiche di impegno nel sociale e nel trasmettere professionalità. “Il ruolo dei nonni, ricorda poi Nicola Enzo Salvatore, è fondamentale per il giusto equilibrio delle future generazioni. Per i bambini, le persone più amate, i genitori, sono anche quelle un pò temute, poiché è a loro che spetta dare le dritte su come imparare a comportarsi nella società e nella vita; mentre le persone preferite, i nonni in particolare, solitamente sono esentati da questo grave compito, con il risultato di potersi abbandonare full time ad un rapporto di crescita e di forte complicità con i loro nipoti, contribuendo a farli crescere sicuri ed educati.”

Commenti Facebook