Emergenza idrica diga Chiauci, Di Pietro presenta odg: Troppe interruzioni, la questione va risolta

789

Il consigliere regionale Cristiano Di Pietro ha presentato un ordine del giorno riguardante l’emergenza idrica legata alla gestione delle acque della Diga di Chiauci che, come da Protocollo firmato sette anni fa tra le Regioni Abruzzo e Molise e sottoscritto anche dall’allora Ministro delle Infrastrutture, Onorevole Antonio Di Pietro, é appannaggio delle due Regioni. L’intesa prevedeva nello specifico che la ripartizione della portata delle acque da derivare a regime fosse effettuata al 50% tra Molise e Abruzzo e che la ripartizione idrica e la gestione delle opere di presa e di addizione fosse sotto la gestione del Consorzio di Bonifica di Vasto.
“Ma negli ultimi mesi – scrive l’esponente del ’Molise di tutti’ nell’odg – si stanno verificando continue interruzioni del servizio di distribuzione dell’acqua della diga per usi agricoli, che hanno gravemente inficiato il raccolto dei prodotti agricoli stagionali, causando pesanti contraccolpi economici”.
A riguardo, il Sindaco di Montenero di Bisaccia, Nicola Travaglini e il Presidente del Consorzio di Bonifica “Trigno e Biferno” di Termoli, Giorgio Manes,  hanno chiesto in maniera congiunta ai Prefetti di Campobasso e Chieti e ai due Presidenti di giunta di Abruzzo e Molise un incontro per la soluzione definitiva del problema.
Da qui la decisione del consigliere Di Pietro di ‘impegnare’ il Presidente Frattura a convocare in tempi brevi un tavolo inter-istituzionale tra le Regioni Molise e Abruzzo, i Consorzi di Bonifica di Termoli e Vasto e i sindaci dei comuni più colpiti dall’emergenza per arrivare a una tempestiva soluzione della stessa. Il Vice Presidente di Palazzo Moffa, inoltre, sollecita i vertici dell’esecutivo regionale ad avviare l’iter per verificare se ci siano le condizioni per una nuova revisione del protocollo d’intesa, che preveda una co-gestione (compartecipata) della Diga di Chiauci tra Regione Molise e Regione Abruzzo.

Commenti Facebook