Cucina e dintorni/ Quando le pietanze vengono dall’esterno

219

di Stefano Manocchio*

La cucina, si sa, si sposta sempre più verso una gestione manageriale e questo comporta un allontanamento progressivo dal concetto tradizionale di ristorazione. L’attività si sposta verso l’esterno e proliferano le strutture che portano e consegnano cibi non consumati all’interno dei propri locali; in questo periodo di pandemia il fenomeno si è ampliato e tutto lascia pensare che qualcosa rimarrà anche dopo la ripresa della ‘normalità’. Le aziende ristorative di grandi dimensioni si organizzano per un servizio di consegna di pasti ai clienti a domicilio, sia nelle piccole situazioni familiari che in quelle ampie aziendali e il catering diventa sempre più diffuso e variegato. Ma non basta, aumenta anche la distribuzione in strutture ‘automatiche’ che non erogano più solo merendine e snack, ma anche forme elementari di alimentazione ristorativa. Diffusi anche i buoni pasto, che permettono di non costruire ed assicurare mense costose per garantire l’alimentazione ai dipendenti.

Dal loro canto, gli happy hour stanno facendo diffondere sempre più l’uso di aperitivi e finger food fino alla predisposizione di piatti di gastronomia vera e propria. E’ un’estensione di quello che decenni fa ha fatto il buffet, il primo gesto di ‘scostamento’ dalla forma tradizionale di ristorazione, quella seduta al tavolo. Come detto sempre anche in passato, tutte queste formule possono convivere perché c’è mercato, a patto di capire che i tempi cambiano e ad essi bisogna adeguarsi.

LA RICETTA DELLA SETTIMANA. Melanzane al forno. Tagliare le melanzane a rondelle, metterle sotto sale per eliminare l’acqua, nel frattempo preparare la besciamella. Pulire i pomodorini, e farli andare un po’ in padella insieme alla cipolla tritata fine, l’aglio, l’origano, un filo d’olio evo e un pizzico di sale fino ad ottenere un sughetto. Preparare la pastella con acqua, farina, un cucchiaino di bicarbonato e sale. Passare le melanzane sotto l’acqua corrente per eliminare il sale poi passarle nella pastella e friggerle in abbondante olio bollente. Nella pirofila alternare uno stato di melanzane, uno strato di sugo di pomodoro, un po’ di besciamella e pangrattato. Cuocere a 200° con grill per 30 minuti circa.

*giornalista appassionato di cucina

Commenti Facebook