Campobasso, campionato in archivio. Ora si punta alla programmazione

488

Dopo la vittoria sulla Gioventù Calcio Dauna, unica avversaria che era rimasta al Campobasso, i rossoblù hanno praticamente archiviato il campionato. E’ ovvio che non si può dare nulla di scontato e che il calcio è imprevedibile. Ma solo uno tsunami potrebbe fare in modo che la squadra di Farina non acceda in serie D. Sino a questo momento le ha vinte tutte, tra campionato e coppa Italia, e non si capisce come questo trend possa essere invertito. Pertanto la vittoria del torneo è data per scontata. Con larghissimo anticipo. Questo potrebbe rappresentare un vantaggio di non poco conto anche per la dirigenza rossoblù. Il tempo rappresenta un fattore determinante nel calcio e la società potrebbe sfruttarlo a proprio vantaggio.

Iniziando a programmare, con mesi di anticipo, la prossima stagione. Sia da un punto di vista economico, sia tecnico. E’ un’occasione da non perdere per la dirigenza del lupo. Anche per segnare una netta discontinuità con il passato. Quando il termine programmazione quasi mai è entrato nel vocabolario di chi è stato chiamato a gestire le società. Ora, invece, si ha la concreta possibilità di programmare. Iniziando a pensare, con maggiore concretezza, anche al settore giovanile. Che rappresenta, in questi tempi di profonda crisi, l’unica possibilità per le società di calcio. Investire sui propri ragazzi è l’alternativa per l’abbattimento dei costi. Naturale che bisogna puntarci, investirci e fare un discorso di prospettiva. Tutto questo l’ambiente si attende ora da una dirigenza che ha centrato già due importanti obiettivi: stravincere il campionato e riportare serenità nell’ambiente. Il terzo passo è, forse, il più complicato.  dim

Commenti Facebook