Cammina, Molise! Percorso conviviale ed emozionale. Al via la XXI edizione

1316

Zaino in spalla, maglietta, cappello, scarpe comode, e il viaggio alla scoperta del Molise continua. Edizione numero XXI della Cammina, Molise! Alla presentazione ufficiale, un commosso Giovanni Germano, coordinatore ed ideatore dell’evento, ha ricordato come il 21° era l’anno in cui si diventava maggiorenni, ora anche la manifestazione è arrivata alla maggiore età, in effetti è cresciuta, ha stretto amicizie, ed ha varcato i confini regionali, arrivando in Argentina. Questa edizione sarà caratterizzata dall’attraversamento di alcuni itinerari della pratica religiosa molto importanti in Molise e dall’attraversamento, per la prima volta nella storia della manifestazione, di un breve itinerario costiero.  Il cammino da sabato 8 agosto a martedì 11 agosto attraverserà il percorso di San Leo, le Carresi e il centro storico di Termoli nel Basso Molise ed il percorso dell’arte romanica tra Matrice e Petrella Tifernina nel Molise Centrale. Costa, collina, pianura, tradizioni religiose, popolari e storia millenaria, cattedre itineranti, laboratori itineranti, eppure qualcuno dice che il Molise non esiste! Frase che fa rabbrividire i molisani attenti alla valorizzazione ed alla preservazione del territorio in tutti i suoi aspetti, ma che evidentemente non attecchisce ai piani alti, alle stanze dei governanti … Certo ultimamente si fa un gran parlare del Molise, della presenza all’Expo, del boom di visitatori virtuali, ma ad ottobre la vetrina internazionale a Milano chiude, e cosa succederà si spegneranno anche i riflettori in regione? Si dell’Expo restano le foto, ma cosa sono le emozioni al confronto di una foto?

Alla conferenza stampa, tenutasi nella sala consiliare del Capoluogo, in primis il sindaco Battista ha salutato entusista l’iniziativa, poi anche l’Assessore Petraroia e il consigliere regionale Di Nunzio, con delega al Turismo, hanno lodato l’iniziativa, Evviva! Qualcuno si è accorto delle potenzialità di questa terra, ma non sarà troppo tardi? Discorsi condivisibili, sul piano della valorizzazione, del territorio, delle radici culturali, delle tradizioni di incommensurabile lavoro, ma questo chi da anni, gratuitamente e volontariamente lavora per il bene del territorio e della popolazione molisana,  lo sa, e si solamente se tutto ciò che viene detto in sede itituzionale si concretizzerà, allora potremmo parlare di rinascita economica e turistica regionale. Plauso ai sindaci dei piccoli borghi, ai  comuni che in questa edizione accoglieranno i camminatori ed alle Proloco : Campomarino, Portocannone, San Martino in Pensilis, Larino, Ururi, Matrice e Petrella, che ancora una volta danno l’esempio di come una comunità investa nelle proprie autenticità e con le proprie forze per testimoniare la grande “Potenza” di questa piccola regione. Ancora di rilevante importanza la disponibilità delle Proloco che investono, e non solo in senso letterale, sul territorio per cercare di ripopolare i centri molisani non solo nei mesi estivi. Associazioni che si fanno portavoce anche dei prodotti tipici e dell’ospitalità genuina e conviviale molisana.

So di essere ripetitiva e provocatrice, ma in fondo in questa terra e nei molisani, io ci credo ancora nonostante tutto,  sto conoscendo un territorio che propone una vastità di meraviglie, nascoste, o volutamente tenute nascoste, di cui nessuno parla o si fa portavoce.  John Lubbock, un archeologo britannico, diceva: “La cosa importante non è tanto che ad ogni bambino debba essere insegnato, quanto che ad ogni bambino debba essere dato il desiderio di imparare”, ebbene diamo fin dalle scuole ai ragazzi il desiderio di concoscere ed essere orgogliosi della regione in cui vivono, pensiamo a delle cattedre itineranti scolastiche, di molisani competenti, disponibili ed entusiasti a raccontare della loro terra ce ne sono, eccome!

Se la carovana di Cammina,Molise! è cresciuta di anno in anno, portando persone da ogni parte d’Italia in questo fazzoletto di terra, per la prima volta è stata organizzata la manifestazione a Mar del Plata con oltre 600 persone di origine molisana, allora vuol dire che l’interesse c’è, il legame con i molisani nel Mondo esiste, e va al di là della politica e delle istituzioni. Una idea avanzata dallo stesso Germano ed accolta subito da alcuni sindaci, tra cui anche il primo cittadino di Petrella, Alessandro Amoroso, è quello di portare la ” carovana” non solo d’estate ma durante tutto l’arco dell’anno in regione, riuscire a fare del Molise una terra di cammino, e le premesse, soprattutto visto l’interesse che sta ruotando intorno a questa edizione 2015 sono buone. Appuntamento a sabato 8 agosto per la partenza della XXI° edizione di Cammina, Molise!  (Mariateresa Di Lallo)

Commenti Facebook