Cammina, Molise! la manifestazione nazionale naturalistica, turistica e socio-culturale alla sua XXI edizione

1121

“Cammina, Molise!” il prossimo 8 Agosto inizia un nuovo ed emozionante cammino, il ventunesimo, insieme a 250 marciatori provenienti da tutta Italia ed anche dall’estero, attraversando alcuni tra i più suggestivi luoghi molisani e tracciando la strada delle origini, delle usanze e delle ricchezze di questo splendido territorio, e tracciando nello stesso tempo le linee guida per la rinascita delle terre molisane, basate nella consapevolezza che le vere ricchezze della Regione sono custodite nei borghi e nel territori dell’entroterra. Organizzata dall’Associazione culturale La Terra e patrocinata dalla Regione Molise, Ministero dei Beni Culturali e dall’Università degli Studi del Molise, premiata dal Presidente della Repubblica con Medaglia di Rappresentanza, la marcia rappresenta, prima di tutto, un cammino di ricerca verso il nostro passato fatto di storia ed archeologia, cultura contadina, dialetti, usi e costumi, e nello stesso tempo vuole rimarcare una denuncia costruttiva del presente e indicare proposte concrete per il rilancio turistico e culturale della Regione.
Negli anni gli enti, le associazioni regionali e provinciali, i comuni e le popolazioni molisane hanno alimentato un forte interesse verso “Cammina, Molise!” che è diventato un modo concreto per rileggere il Molise, per raggruppare la gente facendo riscoprire le proprie forti radici, per valorizzare la nostra terra e proporla non più come terra di emigrazione, ma come ricchezza al servizio delle future generazioni (Prof. R.Cirino, presidente AIIG).
Le tappe di Cammina, Molise! L’A.C. la Terra, in collaborazione con le Associazioni ambientaliste locali, studia puntigliosamente i percorsi dei marciatori, scegliendo quelli più idonei a valorizzare il territorio: i tratturi, gli antichi sentieri, carrarecce, le mulattiere, le strade vicinali e interpoderali che poi si scoprono essere le piste preferite dei marciatori.
Il percorso del cammina, Molise! 2015 sarà contraddistinto dall’attraversamento di alcuni itinerari della pratica religiosa molto importanti in Molise e dall’attraversamento, per la prima volta nella storia della manifestazione, di un breve itinerario costiero.In particolare la manifestazione proporrà un cammino di testimonianza attraverso il percorso di San Leo, le Carresi e il centro storico di Termoli nel Basso Molise ed il percorso dell’arte romanica tra Matrice e Petrella Tifernina nel Molise Centrale.
La marcia partirà dal borgo medievale di Termoli ed attraversando l’agro di ben otto Paesi, finirà a Petrella Tifernina; essa si pone come obiettivo primario quello della lettura di un territorio, in larga parte poco conosciuto fuori dai rispettivi confini regionali, che comprende paesaggi incantevoli, emergenze naturalistiche e storico-culturali che solo camminando si riescono ad apprezzare. I paesaggi, i guadi di fiumi e torrenti, l’attraversamento dei sentieri contadini e dei tratturi, la visita ai centri storici, l’ospitalità della gente del Sannio, il piacere di gustare la convivialità camminando. Tanti gli elementi interessanti ed accattivanti di un itinerario turistico e culturale unico.
Queste le caratteristiche principali:
· L’attraversamento e l’accoglienza, con feste popolari, nel borgo o nell’agro dei Comuni di Termoli (CB), Campomarino (CB), Portocannone (CB), San Martino in Pensilis (CB), Larino (CB), Ururi (CB), Matrice (CB), Petrella Tifernina (CB.
· La visita al borgo medievale ed ai “trabucchi” di Termoli, per la prima volta, in 21 anni, attraversata da “cammina, Molise!”.
· Le stupende vallate del fiume Biferno, segnate da folti boschi e dai tanti borghi dell’entroterra molisano.
· I Regi Tratturi L’Aquila – Foggia in agro di San Martino in Pensilis e Biferno – S. Andrea in agro di Ururi
· L’archeologia di Larino.
· “Sui passi di San Leo”, un percorso della pratica religiosa che costituirà il filo conduttore della XXI edizione e che si snoderà in un ambiente non solo fisico ma anche della memoria tra i comuni di Portocannone, San Martino in Pensilis e Ururi.
· I luoghi sacri del percorso di san Leo: il Monastero di San Nicola, il monastero di Santa Maria in Procidis, Il Monastero di San Felice, La chiesa di Santa Maria in Pensili, La chiesa di San Pietro apostolo e la Cattedrale di Larino.
· Il percorso delle “Carresi” (le corse dei carri) nel Basso Molise (Portocannone, San Martino in Pensilis, Ururi, Larino), appartenenti al medesimo ed antichissimo ciclo rituale della rinascita primaverile e dell’approssimarsi del raccolto, al quale la comunità affida le sue speranze di sopravvivenza.
· La cultura “arbëreshë” della minoranza linguistica albanese di Campomarino, Portocannone ed Ururi.
· L’itinerario romanico che prevede la visita alla chiesa di S. Maria della Strada in agro di Matrice ed alla Chiesa di San Giorgio martire a Petrella Tifernina che sta rappresentanto, insieme ad altre bellezze storiche, la Potenza della Bellezza per la regione Molise ad Expo 2015.
La Cattedra Itinerante
Cammina, Molise!, anche quest’anno, organizza l’iniziativa didattica “La Cattedra Itinerante”, che offre ai giovani l’opportunità di vivere un momento di riappropriazione della propria identità storico-culturale. L’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia durante la marcia propone incontri, oltre che con i marciatori, con le scolaresche dei paesi attraversati per diffondere notizie storiche, archeologiche, naturalistiche e paesaggistiche.
L’animazione itinerante
Durante il corso delle varie edizioni, all’interno della manifestazione è sorto un gruppo, di ricerca di danze e canti popolari, “lo Scacciapensieri” , che dà vita ad una animazione continua durante la marcia, creando lo spirito giusto per affrontare i disagi ed il piacere del cammino.
Camminano con noi:
Gli enti: La Regione Molise e l’Università degli Studi del Molise; L’Assessorato dei Molisani nel Mondo e le associazioni dei molisani in Argentina che per la
prima volta collaborano al “cammina, Molise!” con una presenza di una significativa delegazione (l’Unione Regionale del Molise di Mar del Plata, la Collettività Mafaldese e Molisana di Mar del Plata, Asociacion Familia Molisana de Rosario)
I Comuni: i Comuni di Termoli (CB), Campomarino (CB), Portocannone (CB), San Martino in Pensilis (CB), Ururi (CB), Larino (CB), Matrice (CB), Petrella Tifernina (CB);
Le Associazioni: AIIG (sez. Molise), Italia Nostra (sez. di IS e di CB), Il Bene Comune, “Il Teatro del Loto” di Ferrazzano, Kerem di Casacalenda, Forche Caudine, le Pro Loco e le Associazioni culturali dei paesi attraversati.
I partner tecnici: Sepinia, Rosso D’Abate, Le Chat Lunatique, La Molisana, Il Granaio Molisano, Il Ristorante Entro Le Mura di Termoli Arte Ceramica-Baranello, e tanti produttori ed operatori turistici locali.Il lavoro che attualmente l’A.C. la Terra sta cercando di fare, promuovendo il pacchetto cammina, Molise!, è proprio quello di cercare di “incastonare le pietre preziose” sparse nel territorio. L’obiettivo è quello di creare per ogni zona omogenea dell’entroterra un nucleo
dinamico di riferimento, capace di gestire un flusso turistico mitigato di gente a cui piace camminare per periodi stabiliti all’interno dell’arco dell’anno. Il nucleo referente dovrebbe interagire con le istituzioni locali e le associazioni di base, ma anche con le presenze qualificate dell’imprenditoria e con il mondo scolastico. Questo processo, partendo dalle risorse turistiche e culturali già esistenti sul territorio, garantirà la gestione del flusso secondo le caratteristiche escursionistiche del cammina, Molise!, collaudate da tanti anni di esperienza.

Commenti Facebook