Stragi sulle strade, Romagnuolo: subito dissuasori di velocità su Trignina e Bifernina

249

Il Molise piange i suoi morti e la politica ha il dovere di rispondere con fatti immediati e con fermezza.

Dopo gli ultimi terribili avvenimenti che hanno visto in solo due giorni ben due incidenti stradali in cui hanno perso la vita ben sette persone (Bifernina e Piana di San Polo Matese), ritengo che sia necessario, anzi urgentissimo, affrontare il problema della viabilità nel Molise che tanti incidenti mortali sta procurando ma, anche invitare con la massima tempestività l’Anas e le Provincie territorialmente competenti, ad installare i dissuasori di velocità considerato che proprio la velocità eccessiva e la strada sconnessa, possono creare serissime situazioni di pericoloso.

E’ quanto dichiarato da Aida Romagnuolo di Prima il Molise, a seguito dei due terribili incidenti. I dissuasori di velocità, ha continuato Romagnuolo, dovranno essere installate in tutte le strade del Molise, da Termoli a Venafro, sulla Bifernina e sulla Trignina, considerato che troppo spesso gli automobilisti esagerano nel premere l’acceleratore della proprio auto e pertanto, potranno diventare un valido contributo alla prevenzione degli incidenti stradali.

Invito il Presidente Toma, ha ancora detto Romagnuolo, ad indire una giornata di lutto regionale, una giornata di riflessione e di preghiera. Sottolineo, ha concluso Romagnuolo, che il dissuasore di velocità ha una funzione educativa e non repressiva e, se oltre a questi strumenti ci sarà anche un aumento di organico delle forze dell’ordine impegnate a vigilare sulle nostre strade colabrodo, potremmo rendere un serio servizio ai cittadini molisani.

Commenti Facebook