La politica è anche delle donne, continueremo a lottare per le donne e per i lori diritti

147


Una data importante per il Molise e le sue donne che, con l’approvazione in Consiglio Regionale della mozione presentata dai Consiglieri del Partito Democratico Micaela Fanelli e Vittorino Facciolla avente ad oggetto “Composizione Giunta Regionale: parità di genere.

Impegno al Presidente della Giunta Regionale”, ha raggiunto un importante traguardo. Si pone così rimedio ad una gestione del potere tutta al maschile che vedeva violati l’articolo 51 della Costituzione secondo cui “tutti cittadini dell’uno e dell’altro sesso possono accedere a cariche elettive e garantire pari opportunità tra uomini e donne” e la legge 215 del 2012 a tutela degli equilibri genere negli organi di rappresentanza politica.


Un successo storico, che assume ancora più rilevanza per la data in cui avviene, visto che solo il 1 febbraio 2021 si festeggiavano i 76 anni dal riconoscimento al diritto al voto delle donne. Inoltre, si registra in un periodo storico delicato dove le donne hanno bisogno di ritrovare fiducia. La pandemia non ha fatto altro che accentuare il divario di genere, ancora troppo radicato nelle nostre società. Le donne sono state le più colpite dall’emergenza sanitaria e ne stanno pagando le conseguenze sia a livello sociale che economico e culturale. Quanto avvenuto oggi, però, è solo un punto di partenza. Bisogna continuare a lavorare, specialmente sul piano dell’educazione alla parità di genere, per far sì che le donne siano sempre più presenti all’interno delle istituzioni riuscendo a raggiungere anche livelli decisionali.

Noi, come membri della Commissione Parità e Pari Opportunità del Consiglio Regionale del Molise continueremo a lottare per le donne e per i lori diritti.
Benedetta De Lisi e Luisangela Quici (C.P.O.)

Commenti Facebook