Termoli/Ambito territoriale sociale, approvata programmazione triennale

138

Presso la Sala Consiliare del Comune di Termoli, nel rispetto delle disposizioni di contenimento di diffusione del virus Covid-19, è stata approvata la nuova programmazione triennale dell’Ambito Territoriale Sociale di Termoli.


Erano presenti sia in modalità on-line che in presenza i 19 rappresentanti dei Comuni che compongono l’Ambito di Termoli. Oltre ai rappresentanti delle amministrazioni comunali era presente l’Assessore Regionale Marone e la dott.ssa Cannito, rappresentante ASReM per la sottoscrizione del Piano, che ricordiamo essere uno strumento di programmazione socio-sanitaria.


I lavori dell’Assemblea sono stati coordinati dal Sindaco di Termoli, ing. Francesco Roberti che è anche il Presidente dell’Ambito e dal Coordinatore dell’Ambito Antonio Russo, ed hanno visto alla fine l’approvazione in plenaria della programmazione triennale con 19 voti favorevoli di tutti i rappresentanti delle amministrazioni comunali e il voto favorevole dell’ASReM.

Ampia soddisfazione è stata espressa dai sindaci e rappresentanti comunali per la rapida approvazione del Piano e per le modalità di concertazione che hanno portato alla redazione di un Piano dinamico e flessibile in relazione all’emergenza sanitaria e a cascata sociale che interessa il nostro Paese e territorio.


Leggendo il Piano ci si accorge di una grossa spinta innovativa alle politiche sociali con uno sguardo all’Agenda 2030 dell’ONU, e alle linee programmatiche contenute nel Recovery Plan Next Generation EU in tema di inclusione sociale e di sviluppo sostenibile per la riduzione strutturale delle asimmetrie e delle disuguaglianze, fra le aree geografiche e fra le persone. Sfide cruciali per i prossimi anni.

Questa spinta all’innovazione si è tradotta nel Piano in una programmazione finanziaria che disporrà di elementi di flessibilità legati all’evoluzione della pandemia e agli obiettivi che l’agenda ministeriale vorrà mettere a fuoco nel prossimo futuro.


La redazione del Piano ha visto coinvolti molti stakeholder territoriali, dal Terzo Settore alle Scuole, passando per gli Ordini professionali socio-sanitari e sigle sindacali. Per non disperdere questa importante partecipazione e farne tesoro per il futuro, l’Ambito ha istituito l’Osservatorio del Benessere Sociale all’interno del Piano. Un Osservatorio che vedrà appunto coinvolti tutti gli stakeholder territoriali e che si porrà l’obiettivo di costruire una nuova cultura dei servizi sociali, attraverso un sistema di monitoraggio impostato su nuovi indicatori di qualità sociale e qualità della vita e che aiuterà a ricalibrare e migliorare costantemente l’offerta di servizi sociali.

Commenti Facebook