Decreto imprese anti Coronavirus, approvato in CdM. Conte: liquidità immediata per 400 miliardi di euro alle nostre imprese

282

Pacchetto liquidità alle imprese: saranno in tutto 750 miliardi, 400 miliardi col nuovo dl che si sommano ai 350 già previsti nel decreto ‘Cura Italia’. Il decreto imprese anti Coronavirus del 6 aprile 2020 è stato approvato dal Consiglio dei ministri.

Il premier Conte in conferenza stampa: “Con il decreto appena approvato diamo liquidità immediata per 400 miliardi di euro alle nostre imprese, 200 per il mercato interno, altri 200 per potenziare il mercato dell’export. È una potenza di fuoco. Abbiamo adottato uno strumento molto efficace per tutelare tutte le imprese che svolgono una qualche attività di rilievo strategico. Attraverso il potenziamento del golden power potremo controllare operazioni societarie e scalate ostili non solo nei settori tradizionali, ma in quelli assicurativo, creditizio, finanziario, acqua, salute, sicurezza. È uno strumento che ci consentirà di intervenire nel caso ci siano acquisizioni di partecipazioni appena superiori al 10% all’interno dell’Ue”.

” Il governo ha varato un intervento senza precedenti con una imponente mobilitazione di risorse pubbliche per dare una garanzia poderosa per preservare il nostro sistema produttivo a superare questo momento difficile e potersi rilanciare, -ha aggiunto il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri spiegando che col decreto di aprile ci saranno- “30 miliardi a sostegno di queste garanzie. Mettiamo in campo 200 miliardi di garanzia per prestiti fino al 90% garantiti dallo Stato senza limiti di fatturato, per imprese di tutti i tipi. Potranno arrivare al 25% del fatturato delle imprese o al doppio del costo del personale con un sistema di erogazione molto semplice e diretto al sistema bancario, attraverso Sace, con condizionalità limitate tra cui quella di non poter erogare dividendi”.

Commenti Facebook