Giovedì 3 settembre contro le mafie anche i Sindaci in piazza

695

 “Occorre una  larga mobilitazione sociale, politica  e istituzionale, senza bandiere di partito e senza steccati. E’ importante che sul diritto alla legalità si riaffermi, oggi più che mai, una forte saldatura tra le istituzioni e il tessuto civile e  sociale delle nostre città. Perché le mafie e la criminalità sono la vera palla al piede del paese, una delle più perniciose cause della nostra crisi, che scoraggia e avvilisce i cittadini e gli operatori economici che fanno onestamente il proprio lavoro.”
E’ quanto afferma in una nota Marco Filippeschi, Sindaco di Pisa e Presidente di Legautonomie, dando l’adesione dell’Associazione alla manifestazione. “Occorre  manifestare anche fisicamente che siamo vicini  a chi ogni giorno è  impegnato a contrastare nei luoghi di lavoro, nel vivere sociale, nel tessuto economico e nelle istituzioni, le più odiose ostentazioni del potere mafioso e criminale, spesso  esponendosi a minacce e ritorsioni. Tutti i nostri sindaci che possono, esorta Filippo Poleggi del Coordinamento Federale Operativo,  si rechino, indossando la fascia,  in piazza San Giovanni Bosco a Roma, nella piazza dove l’Italia civile è stata oltraggiata”.

Commenti Facebook