Malattie Internistiche e Neurologiche : si parlerà di cannabinoidi e spasticità al Neuromed

1554

Il 20 giugno si svolgerà presso la Sala Conferenze del Polo Didattico dell’IRCCS Neuromed il corso ECM organizzato dagli esperti neurologi dr. Nicola Modugno e Dr. David Iapaolo, intitolato:“Malattie internistiche e malattie neurologiche centrali e periferiche”.  “Questo corso di formazione – spiega il dr. Nicola Modugno, neurologo IRCCS Neuromed –  si propone di aggiornare le conoscenze sulle malattie neurologiche e le interazioni con le malattie internistiche attraverso la condivisione delle conoscenze e delle esperienze di docenti e discenti, in un contesto che promuova il più possibile l’interazione e la discussione.
I discenti verranno guidati dal team di esperti attraverso il percorso clinico assistenziale ottimale per la gestione di tali patologie con particolare attenzione alla diagnosi e alla gestione delle diverse complicanze e comorbidità.

Per medici, biologi, psicologi, fisioterapisti, infermieri e tecnici di fisiopatologia, il corso avrà come focus di interesse  le malattie neurologiche nella loro multidimensionalità, caratterizzate da disturbi motori e non motori, che possono combinarsi in maniera variabile, caratterizzando sottotipi clinici differenti. Un esempio è fornito dalla  distinzione tra le diverse patologie dementigene o le varie sindromi parkinsoniane sia tipiche che atipiche. In generale queste patologie si modificano nel tempo, a causa dell’insorgenza di problematiche legate alle loro evoluzione, come il deterioramento cognitivo e disturbi del cammino e dell’equilibrio, oppure alle complicanze secondarie.

“Alla luce di queste  considerazioni, la corretta gestione della terapia – afferma il dr. David Iapaolo, neurologo IRCCS Neuromed –  deve tenere conto non solo di obiettivi a breve e medio termine  (garantire una buona funzionalità e qualità di vita), ma deve anche considerare le implicazioni della cura impostata sull’evoluzione futura  della malattia (prevenire le complicanze e comorbidità). Si esamineranno malattie internistiche come il diabete e l’ipertensione arteriosa. Importanti saranno gli interventi relativi  alle disimmunopatie, alle encefalopatie su base ascolare, disimmune e tossico-carenziale.”

A conclusione dell’evento ci si soffermerà anche sugli aspetti legati alla riabilitazione cognitiva nelle demenze neurodegenerative e circa la terapia dei disturbi dello stato di coscienza nella malattia di Parkinson.

Commenti Facebook