Isernia/Ordinanza sindacale: obbligo segnalazione di positività riscontrata con test privato

120

Il sindaco di Isernia, Giacomo d’Apollonio, con ordinanza n. 222/2020, ha disposto che tutti i soggetti residenti e/o domiciliati nel territorio del Comune di Isernia, risultati positivi ai test molecolari e rapidi antigenici effettuati privatamente, sono obbligati a darne immediata comunicazione al proprio medico di base o pediatra di libera scelta nonché al Sindaco quale responsabile della tutela della salute pubblica (mail [email protected]);

Gli stessi soggetti positivi dovranno inoltre osservare l’isolamento fiduciario, fino a verifica o diversa disposizione da parte dell’Asrem oppure del proprio medico curante o pediatra di libera scelta, secondo le seguenti indicazioni della gestione dell’isolamento (fissate dall’Azienda sanitaria regionale con nota nr. 105794 del 29 ottobre scorso):

a) per le persone positive asintomatiche: almeno 10 giorni di isolamento dalla comparsa dalla positività con l’esecuzione di test molecolare negativo al termine di detto periodo (10 gg. + test);

b) per le persone positive sintomatiche: almeno 10 giorni di isolamento dalla comparsa dei sintomi con l’esecuzione di test molecolare negativo dopo almeno 3 giorni senza sintomi (10 gg, di cui almeno 3 giorni senza sintomi + test).

La stessa ordinanza n. 222/2020 obbliga i laboratori di analisi e le organizzazioni e associazioni di volontariato che svolgono attività di pubblica assistenza, operanti sul territorio comunale, a comunicare al Dipartimento di prevenzione dell’Asrem e al Sindaco (mail [email protected]) i casi di presunta positività al Sars-Cov-2 riscontrati attraverso test molecolari e rapidi antigenici, riguardanti cittadini residenti e/o domiciliati nel Comune di Isernia.

Il mancato rispetto dell’ordinanza sarà punito con l’applicazione della sanzione pecuniaria di cui all’art. 7 bis del d.lgs 267/2000, fatte salve eventuali violazioni costituenti reato.

Commenti Facebook