Isernia: La Polizia impegnata nel contrasto delle intestazioni fittizie di autoveicoli

314

Continua incessante l’attività della Polizia Stradale di Isernia nel contrasto del fenomeno delle intestazioni fittizie di autoveicoli.
Questa volta i poliziotti della Stradale hanno accertato che un sessantenne pregiudicato romano, pur non dichiarando redditi al fisco da sedici anni, risultava intestatario di ben 175 autovetture.

Al termine di lunghi e complessi accertamenti, dopo aver contestato la violazione
dell’art. 94-bis del c.d.s., la Polizia Stradale ha chiesto al Pubblico Registro Automobilistico di Isernia di procedere alla cancellazione d’ufficio di tutti i veicoli
intestati a quella che può definirsi una classica “testa di legno”. Il provvedimento
comporterà che, se posti in circolazione, i suddetti veicoli all’atto di un controllo di polizia saranno sequestrati per la successiva confisca, ed i conducenti sanzionati ai sensi dell’art.93 del c.d.s. con una sanzione amministrativa che andrà da un minimo di 431,00 ad un massimo di 1.734,00 euro.

Questo fenomeno, che purtroppo è in aumento, spesso interessa la nostra provincia, per l’indicazione di sedi fittizie di società fantasma intestatarie di centinaia di veicoli, che poi vengono fatti circolare da parte di persone che non saranno mai chiamate a rispondere per il loro utilizzo, sia che si tratti di violazioni al c.d.s., sia che si tratti della commissione di reati, anche gravi.

Nel contrasto di tale fenomeno la Polizia Stradale svolge un ruolo fondamentale,
quale componente della Polizia di Stato specializzata nel contrasto dei reati e delle
violazioni di legge connesse con la circolazione dei veicoli.

Commenti Facebook