Il progetto Gran Manze è legge: a Larino 12mila manze ( o forse no?)

7065

Il progetto Gran Manze, questione che sembrava essere messa a tacere, è legge. Polemiche, lotte di associazioni ambientaliste, proteste dei cittadini, non sono servite. La delibera 14 febbraio 2014 ” Contratto di filiera tra il Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali e << Rancho Granmanze>>. ( delibera n. 11/2014)  pubblicata in Gazzetta Uffciale ne riporta tutti i dettagli. 12 mila manze arriveranno a Larino.La delibera è stata adottata dal Cipe quando era Presidente del Consiglio Enrico Letta ma è stata pubblicata  il 21 giugno scorso perchè l’atto è sottoposto alla preventiva registrazione della Corte dei Conti. In ogni caso, come si potrà notare leggendo la delibera, il progetto è nella sua fase esecutiva, avendo tra l’altro il Cipe individuato anche tutti i canali di finanziamento dell’operazione. E’evidente che la cosa pone qualche interrogativo, specie riguardo alle posizioni, spesso nette e tranchant della politica molisana. Non si farà mai, è accantonato, il consiglio comunale ha deliberato. E adesso? Comunque si attendono chiarimenti da parte della Granarolo che potrebbe tuttavia ribadire il suo disinteresse per il Molise, non tenendo conto dei contenuti dell’atto e proseguendo su altri siti con il progetto. Di seguito in allegato il testo della Delibera

Delibera CIPE

Per tutta risposta il senatore molisano del PD Roberto Ruta, che a suo tempo di interessò della questione ci ha detto questa mattina: ” Si la delibera è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Voglio però evitare le polemiche. Finchè la delibera non veniva pubblicata non si poteva presentare l’istanza di cambio sito. La Granarolo ha assicurato che non verrà in Molise, ha individuato un’altra regione. Dopo la pubblicazione ci sono 90 giorni per presentare tale istanza”. Nonostante le rassicurazione del senatore Ruta, attendiamo, che l’istanza venga presentat per mettere fine a tale questione.

 

Commenti Facebook