Terra Viva Cisl: bene la proroga su obbligo indicazione origine prodotti. Tutela Made in Italy antidoto ai danni coronavirus

268

“E una notizia positiva, che accogliamo con entusiasmo, la scelta dei  ministri delle Politiche agricole Bellanova e dello Sviluppo economico Patuanelli, che oggi hanno firmato il decreto che  proroga al 21 dicembre 2021 l’obbligo di indicazione di origine obbligatoria per pasta, riso e derivati del pomodoro. L’indicazione dell’origine degli alimenti è una garanzia importante per il settore agroalimentare del nostro Paese” dichiara Claudio Risso Presidente di Terra Viva Cisl.
“Una delle cose su cui bisogna far squadra, non a parole ma con le scelte politiche e strategiche, è proprio la difesa del Made in Italy, soprattutto in momenti di emergenza come quello che stiamo vivendo. La possibilità, per il consumatore, di poter scegliere prodotti italiani, sarà una boccata di ossigeno per le nostre imprese agricole, nel momento complesso che tutti stiamo attraversando” prosegue Risso.
“La battaglia per tutelare la produzione italiana, soprattutto nelle sue eccellenze, e combattere fenomeni come l’italian sounding, che ha spesso causato ingenti danni alle aziende nazionali, deve essere ancora più puntuale in questo momento, dove il settore primario, insieme all’intera filiera dell’agroalimentare, sta dimostrando di essere nono solo necessario alla sussistenza degli italiani, ma strategico per l’economia del Paese” conclude Risso.

Commenti Facebook