Venolea 2013 a Venafro tra storia, cultura, arte, gusto, natura e marketing territoriale.

577

Oggi, sabato 30 novembre, e domenica 1 dicembre a Venafro ci sarà Venolea 2013, la seconda edizione della manifestazione dedicata all’olio di Venafro. Diverse le iniziative previste nel centro storico e tra gli olivi che fanno da cornice alla cittadina molisana.Emilio Pesino, il presidente del Parco Regionale Storico Agricolo dell’Olivo di Venafro, ente promotore della manifestazione, ha proposto un programma di grande attrazione poiché l’affermazione della manifestazione nei prossimi anni corrisponderà ad una maggiore notorietà del Parco e dell’Olio di Venafro in Italia e all’estero, con implicite conseguenze occupazionali grazie allo sviluppo della produzione e della commercializzazione dei prodotti oleari.

Già il convegno di apertura, previsto per domani alle ore 17.00 al Castello Pandone, è di spessore internazionale. All’incontro, denominato “Dal Getsemani a Venafro: storia e tutela dell’olivicoltura mediterranea”, parteciperanno studiosi di fama come Cimato del CNR di Firenze, Gianfrate del Progetto Terrasanta, Lupi dell’associazione nazionale Città dell’Olio e Erminia Zampano, presidente dell’associazione nazionale Coltiviamo la Pace. Alcuni di questi personaggi, per intenderci, assieme a Pesino sono stati di recente in visita in Palestina nell’ambito di importanti progetti internazionali volti alla valorizzazione dell’olio. Al tavolo dei relatori anche l’assessore regionale al Marketing territoriale Scarabeo. Interverrà anche il presidente del consorzio nazionale Unaprol, Gargano. Si tratterà della storia, del presente e del futuro dell’olivicoltura e sono previsti i saluti delle massime autorità politiche regionali e locali. A fine convegno la manifestazione continuerà tra i vicoli del centro storico vestito a festa. Numerose saranno le esposizioni e le degustazioni nei vari palazzi antichi e la collaborazione con Proloco e Slow Food ha consentito la realizzazione di piatti storici del territorio venafrano preparati, ovviamente, con Olio Extravergine di Oliva di Venafro da rinomati chef. Sarà inoltre possibile visitare gratuitamente il Castello Pandone, le bellissime chiese, il museo storico militare Winterline e mostre fotografiche.Il programma di domenica 1 dicembre ha subito un cambiamento. La visita guidata con ristoro e rievocazione storica prevista in mattinata tra gli olivi del Parco è stata posticipata a data da destinarsi a causa delle previsioni metereologiche non favorevoli. Confermata, invece, la conclusione della manifestazione che avverrà in serata presso l’Hotel Dora di Pozzilli con la cena di gala “Incontro conviviale con gli oli di Venafro” dove si presenteranno tutti i produttori storici dell’hinterland e la neonata cooperativa Colonia Julia Venafrana. Tra le curiosità vale la pena evidenziare che le peculiarità dell’iniziativa, grazie alla presenza dello staff una nota giornalista e scrittrice giapponese Juko Okuma, saranno documentate in un libro di prossima uscita in diversi paesi.Venolea 2013 è una manifestazione dell’Ente Parco Regionale dell’Olivo di Venafro organizzata da Tomasso Management di Francesco Tomasso in collaborazione con Proloco di Venafro, Slow Food-condotta Alto Molise, Cooperativa Colonia Julia Venafrana, Associazione Nazionale Carabinieri e Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo, Franco Valente, Unaprol, G.A.I.A., Cristiana Iannacone Flower Designer, Piante Forte Vivai, Dimora Storica del Prete, Pourquoi, Hotel Dora, Le Mele Blu, Cascina Le Noci, Delizie e Sapori,  Winterline e con il patrocinio di Regione Molise, Provincia di Isernia e Comune di Venafro.
Parco Regionale Storico Agricolo dell’Olivo di Venafro
Ufficio Comunicazione

Commenti Facebook