Montenero: la gestione dei rifiuti è passata alla ditta Tekneko

435

L’Amministrazione comunale informa che con Ordinanza sindacale n. 37 è stato disposto, per motivi igienico-sanitari contingibili ed urgenti, a partire dal 01 ottobre, l’affidamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani per le utenze domestiche e commerciali alla ditta Tekneko S.r.l., già aggiudicataria della gara di appalto per il servizio di raccolta differenziata “porta a porta” nei comuni di Montenero di Bisaccia e Montecilfone. L’iniziativa di sostituire la ditta precedentemente impegnata nella raccolta dei rifiuti solidi urbani  sul territorio cittadino (Sieco), è stata presa a seguito di una comunicazione inviata dalla stessa Sieco S.p.A. al Comune di Montenero, con la quale informava l’Amministrazione che a far data dal 30 settembre 2013 il rapporto contrattuale doveva intendersi cessato improrogabilmente.

Il primo cittadino, valutata la nota della Sieco S.p.A., prendendo atto delle  inadempienze e delle criticità determinatesi soprattutto nei mesi scorsi, e recepita la disponibilità della Tekneko S.r.l. ad assumere la gestione del servizio, ha ritenuto di dover disporre l’immediata risoluzione al problema ambientale determinatasi sul territorio. “Abbiamo sofferto molto in questi ultimi mesi – ha dichiarato il sindaco Nicola Travaglini – le problematiche ambientali e di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Siamo altresì consapevoli che restano da risolvere alcuni problemi derivanti dalla vecchia gestione, soprattutto in merito alle mensilità arretrate dovute ad alcuni operai; posso però garantire che questa Amministrazione riserverà la sua massima attenzione alla vicenda, al fine di poter chiudere ogni problema rimasto in sospeso. Intendo infine ringraziare in questa occasione il Segretario generale della Fisascat Cisl Alfredo Magnifico il quale, lo scorso mese di agosto, smentendo qualche diceria diffusa da esponenti politici locali, ha riconosciuto il merito al sottoscritto e a questa Amministrazione di aver avuto, sulla vicenda Sieco, un comportamento definito “encomiabile”. Questo riconoscimento gratifica tutti noi per l’impegno profuso in questi anni e ci sprona nell’attività che quotidianamente svolgiamo, in silenzio e lontano dai riflettori mediatici, nell’interesse di questa comunità”.

Commenti Facebook