Terminal autobus. Bucci (PD): per completare l’opera è necessario l’affidamento ai privati

726

In merito alle discussioni avutesi nel consiglio comunale di Campobasso dello scorso 4 novembre, relative alla gestione del Terminal cittadino, giovano alcune precisioni in quanto chi scrive, essendo delegato dal Sindaco alla mobilità urbana, è anche l’unico incaricato a vagliare tutte le soluzioni idonee a restituire alla città un Terminal strutturato modernamente e dotato di servizi degni di una citta capoluogo. In via di principio la mozione proveniente dai consiglieri comunali di opposizione conteneva idee condivisibili ma troppo generiche e comunque attuabili solo in seno ad un progetto complessivo, ad ampio respiro, che possa prevedere la riqualificazione dell’intero sito.  Chi scrive già da molte settimane è al lavoro per realizzare quanto detto , che potrebbe essere uno degli obiettivi principali dell’amministrazione comunale. Si dovrà vagliare tutta la documentazione tecnico-giuridica esistente, proveniente dalle vecchie amministrazioni per predisporre uno strumento contrattuale, probabilmente un progetto di finanza privata, che intervenga sul manufatto esistente nell’area. Avendo visionato i locali, essi contengono gli spazi sufficienti per svolgere all’interno varie attività commerciali, dalla ristorazione, al commercio o all’artigianato. Tutto dipenderà dalle scelte che attuerà l’amministrazione che valuterà al meglio le varie soluzioni. Il dato incontrovertibile è che il terminal-bus ha un’importanza fondamentale per la città in quanto, ubicato in zona centrale, rappresenta un importante smistamento della mobilità su autobus urbani ed extraurbani, con conseguente transito di un numero elevato di utenti giornalieri. Sicuramente occorreranno degli interventi per mettere in sicurezza alcuni ambienti ed assicurare servizi di qualità. A titolo di esempio potrebbero citarsi la realizzazione di un’area dotata di adeguati servizi igienici, strumenti per la raccolta differenziata dei rifiuti, punti ristoro, adeguata illuminazione, ripristinare la funzionalità di strutture esistenti ma oggi in stato di degrado , abbattere le barriere architettoniche ed assicurare la fruizione dell’area anche ai soggetti diversamente abili. A tal proposito occorrerà adeguare una scala mobile esistente all’interno. La cittadinanza aspetta da circa venti anni un’opera funzionale e moderna che dia risposte concrete, in termini di efficienza, all’accoglienza dei viaggiatori che transitano nella zona.
Lo scrivente pertanto, dopo aver terminato la fase di studio della documentazione esistente e dopo aver acquisito ogni altro elemento ritenuto idoneo, valuterà con i gruppi di maggioranza e con la commissione competente lo strumento giuridico da utilizzare per la gestione del Terminal e gli obiettivi da perseguire, per giungere ad una soluzione definitiva il più possibile condivisa con l’intera amministrazione. Probabilmente lo strumento tecnico-giuridico più idoneo per l’interesse dell’Amministrazione sarà l’affidamento ai privati e in tal caso bisognerà predisporre un bando di gara con la massima attenzione al fine di evitare contenziosi che rallenterebbero in maniera inesorabile la realizzazione dell’opera. Ed in questo senso ha intenzione di muoversi l’amministrazione. La gestione del Terminal comprenderà anche la realizzazione di ulteriori parcheggi nell’area, di proprietà comunale che va verso l’edifico delle Poste in via S. Giovanni, alle spalle di quelli attuali già esistenti.
Con finanziamenti regionali si procederà invece al completamento del collegamento con via Mazzini, opera già quasi ultimata e che risolverà anche i problemi di sicurezza dei passeggeri che attualmente escono dalla zona Terminal e si dirigono in città. Quest’ultima opera non è giuridicamente e tecnicamente collegata alla gestione del Terminal , nel senso che un’eventuale affidamento a privati riguarderebbe solo quest’ultima opera e non anche il collegamento con via Mazzini. Ciò non toglie comunque che entrambe le opere si armonizzeranno fra loro per creare un collegamento efficiente e veloce fra la zona viaggiatori e il centro città.
Avv. Lello Bucci (consigliere Partito Democratico- delegato alla mobilità)

Commenti Facebook