Nella Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo presentata la nuova sezione ANGSA Molise

165

In occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, l’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori delle perSone con Autismo) ha tenuto una conferenza stampa negli spazi della Saletta Civica al piano terra di Palazzo San Giorgio, per presentare quelle che sono le proprie attività sul territorio regionale.

Alla conferenza stampa, insieme al presidente della neonata sezione ANGSA Molise, Paolo Donnarumma, sono stati invitati, per portare il saluto dell’Amministrazione comunale del capoluogo, anche il sindaco, Roberto Gravina, e l’assessore alle Politiche Sociali, Luca Praitano., affiancati dalla consigliera comunale Sonia Gianfelice.

Per la Regione Molise, erano invece presenti, l’assessore alle Politiche Sociali, Filomena Calenda, e il sottosegretario alla presidenza della Giunta Regionale, Roberto Di Baggio.

I disturbi dello spettro autistico (Autism Spectrum Disorders, #ASD) sono un insieme eterogeneo di disturbi del neurosviluppo caratterizzati da una compromissione qualitativa nelle aree dell’interazione sociale e della comunicazione, e da modelli ripetitivi e stereotipati di comportamento, interessi e attività.

I sintomi e la loro severità possono manifestarsi in modo differente da persona a persona, conseguentemente i bisogni specifici e la necessità di sostegno sono variabili e possono mutare nel tempo.“Nella giornata che pone l’attenzione sui diritti delle persone nello spettro autistico, siamo tutti chiamati a prendere in forte considerazione le reali necessità delle famiglie che accompagnano i propri figli in questo percorso di vita e che spesso, per quanto possano essere diverse le risorse che mettono in campo le varie istituzioni per sostenerle, rischiano di non avvertire l’appoggio e l’ascolto costante dell’intera comunità. – ha dichiarato Gravina – La tenacia e la sensibilità dei genitori delle associazioni come quella che oggi abbiamo accolto nella nostra città e nella nostra regione, hanno, inoltre, il merito di riuscire a trasmettere, a chi si occupa di programmare gli interventi in loro favore, esperienze, competenze e valori insostituibili.”

Commenti Facebook