Morte sul lavoro a Pietracupa. Libertone, UGL: Necessario potenziare controlli e cultura della sicurezza per fermare le stragi sul lavoro

264

L’UGL esprime il suo cordoglio alla famiglia del giovane operaio di appena 21 anni deceduto mentre si trovava sul posto di lavoro a Pietracupa, in provincia di Campobasso.

Siamo sgomenti di fronte alla estrema facilità con cui in Italia si continua a morire sul lavoro. Un’ennesima e inaccettabile tragedia che poteva e doveva essere evitata.

In tal senso è necessario potenziare controlli, promuovere la cultura della sicurezza e la formazione dei lavoratori soprattutto nei settori dove il rischio infortuni risulta più elevato.

L’UGL è in tour con la manifestazione ‘Lavorare per vivere’ per mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema delle morti bianche e per dire basta stragi sul lavoro.”

Lo ha dichiarato Nicolino Libertone, Segretario Regionale UGL Molise, in merito alla morte del giovane operaio di 21 anni che ha perso la vita mentre stava compiendo lavori sui pali della rete elettrica a Pietracupa, in provincia di Campobasso.

Commenti Facebook