Maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate, allontanato da casa 54enne campobassano

139

La Polizia di Stato ha dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare applicativa della misura dell’allontanamento dalla casa familiare nei confronti di un uomo di Campobasso di 54 anni, responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate.


La Procura della Repubblica di Campobasso, ricevuta una segnalazione, delegava la Squadra Mobile del capoluogo per l’effettuazione di immediate indagini anche alla luce delle disposizioni introdotte dal legislatore nello scorso mese di luglio, c.d. “codice rosso”. La polizia giudiziaria ha accertato e documentato, dopo un episodio occorso l’11 ottobre scorso che la parte offesa subiva da anni maltrattamenti dal coniuge, mai denunciati sperando sempre in un ravvedimento.


L’uomo violento, che da tempo non lavorava, dedito al consumo di alcolici, recriminava alla donna di non occuparsi adeguatamente di lui e di non dargli i soldi per l’acquisto di alcolici, visto che la moglie lavorava a lungo fuori casa per sostenere le spese quotidiane e crescere i figli. Le offese e le violenze fisiche erano quotidiane ed accadevano anche in presenza di uno dei figli di età minore.


La polizia è intervenuta per ritirare all’indagato un fucile – illegittimamente detenuto – onde impedire che l’arma potesse essere utilizzata contro i familiari. Inoltre lo stesso è stato segnalato alla Prefettura ed alla Motorizzazione Civile per l’accertamento della permanenza dei requisiti psicofisici ( atteso l’abituale abuso di alcolici) per continuare ad essere intestatario di patente di guida, a garanzia della incolumità propria e di terzi.


La Procura della Repubblica di Campobasso, appena ricevuto l’esito dell’attività di indagine, consolidato anda da diverse testimonianze esterne all’ambito familiare, richiedeva al G.I.P. una idonea misura cautelare ed il provvedimento interveniva – altrettanto immediatamente – disponendo, il giudice, l’allontanamento dalla casa familiare dell’uomo maltrattante.

Commenti Facebook