L’Ordine del Molise e Tribunale insieme per la rottamazione delle testate giornalistiche

213

Troppo spesso si registrano testate giornalistiche in tribunale, poi magari le pubblicazioni vengono sospese, cessano, si modificano, si aggiornano le periodicità, i direttori, gli editori. Molti poi si dimenticano di modificare i requisiti o di comunicare le cessazioni e di conseguenza s ammucchiano carte su carte che fanno bella mostra di se. Ebbene, la volontaria giurisdizione del Tribunale di Campobasso ha deciso di andare a verificare se tante testate esistano ancora.

Nel tracciare un percorso di verifica, pulizia, “rottamazione”, l’Ordine dei Giornalisti del Molise ha deciso di fornire il proprio supporto, grazie alla conoscenza diretta degli editori, dei direttori, della storia del giornalismo campobassano.

Una decisione prevista peraltro dalla legge, anche perché qualche furbone potrebbe utilizzare la registrazione di una testata, oramai defunta, riavviarne i motori indebitamente, per altri fini. Una collaborazione che sta portando i suoi frutti: sono decine le testate cessate, le dormienti, presenti negli scaffali di viale Elena.

Con la consueta generosa collaborazione, l’Odg Molise sta fornendo un servizio di supporto ai funzionari ed al magistrato. Sinora sono almeno 50 le testate oggetto di rilevazione: giornali spesso degli anni 1980, 1990, 2000.

Ci ha fatto piacere ricordare, in questo momento, giornali legati alla nostra tradizione e alcuni colleghi, passati a miglior vita, che hanno segnato la storia del giornalismo regionale. Si coglie dunque l’occasione per ringraziare i colleghi e il personale del Palazzo di Giustizia, per questa attività trasparente ed opportuna.

Prof. Vincenzo Cimino
Presidente Odg Molise

Commenti Facebook