“Le Terapie cellulari nelle malattie cardiovascolari: realtà e prospettive future”, convegno alla Cattolica

781

Le cellule staminali sono al centro dell’interesse della comunità scientifica per la potenzialità terapeutiche nelle malattie degenerative e cardiovascolari. Sono cellule in grado di differenziarsi nelle diverse popolazioni per ripristinare il danno nei tessuti. La ricerca ha evidenziato l’importanza delle cellule staminali derivate dal midollo osseo nelle malattie cardiovascolari. Sabato 17 ottobre 2015 dalle ore 9.00  si terrà presso la Fondazione di ricerca e Cura Giovanni Paolo II, il convegno “Le Terapie cellulari nelle malattie cardiovascolari: realtà e prospettive future” Il convegno prevede tre sessioni. La prima analizzerà lo stato attuale delle terapie cellulari nello scompenso cardiaco. Nella seconda sessione saranno discussi gli aspetti etici delle terapie cellulari. La terza parte sarà dedicata alla terapia cellulare con midollo osseo autologo nell’ arteriopatia periferica.
Al convegno parteciperanno alcuni dei più qualificati esperti internazionali tra i quali il Prof. Antonio Gioacchino Spagnolo (Ordinario di Bioetica, Università Cattolica del Sacro Cuore), il Prof. Ottavio Alfieri (Ordinario di Cardiochirurgia, Università Vita-Salute San Raffaele), il Prof Gino Gerosa (Ordinario di cardiochirurgia Università di Padova), Prof Giuseppe Lembo (Università La Sapienza, IRCSS Multimedica), Prof. Flavio Peinetti (Direttore Dipartimento Toracovascolare, ASL Aosta). Mons Thomas Trafny (Pontificio Consiglio della Cultura) e SE Mons. Claudio Giuliodori (Assistente Ecclesiastico Generale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore).

Il Convegno è stato organizzato dal Dipartimento di Malattie Cardiovascolari della Fondazione di Ricerca e Cura Giovanni Paolo II, diretto dal dottor Carlo Maria De Filippo. Il Dipartimento è sede di un’intensa attività di ricerca sulle cellule staminali autologhe derivate dal midollo osseo coordinata dal Dr. Eugenio Caradonna e dal Dr. Pietro Modugno, ed è promotore e coordina il più grande studio al mondo sulla terapia cellulare nell’arteropatia periferica senza altre opzioni terapeutiche I risultati ottenuti hanno avuto ampio riscontro nella comunità scientifica nazionale ed internazionale.

I lavori saranno introdotti dal Direttore Generale della Fondazione  Dott. Mario Zappia e da S.E. Mons. GianCarlo Maria Bregantini, Arcivescovo Metropolita di Campobasso e Bojano.

Commenti Facebook