Di Bartolomeo: i partiti di centro destra si decidano o mi candido da solo

434

giuntadibartDopo le “dimissioni si, dimissioni no”, il primo cittadino del capoluogo molisano cambia slogan, o meglio ribadisce ciò che da qualche tempo ha iniziato a dire ” mi ricandido”. In una conferenza stampa tenuta questa mattina in sala di Consiglio, con al finaco i sei assessori il SIndao Di Bartolomeo, dopo un breve resoconto delle attività svolte durante il mandato, che ” chi vuole può leggere collegandosi al sito del Comune”, passa all’argomento politico ” ricandidatura”. Niente di nuovo, visto che era una dichiarazione che durante il mandato il sindaco aveva sempre fatto, oggi l’ufficializzazione, anche perchè a breve verranno stilate le liste per le elezioni amministrative di maggio 2014. “ Sto aspettando che i partiti, Nuovo Centro Destra e Forza Italia, si esprimano, vogliono fare le primarie? Questo vuol dire sfiduciarmi come sindaco e io non ci sto!

Aspetto ma non tanto, sono anche disposto a candidarmi da solo, con l’appoggio di assessori e consiglieri che vorranno darmi la loro fiducia. Si devono portare avanti le cose che sono state avviate e a chi ha sofferto, a chi ha governato, a chi ha lavorato per migliorare le cose, ha chi ha rischiato anche per interruzione di pubblico esercizio, a chi ha reso agibili le scuole, senza aiuto della Regione e dello Stato, mi auguro che a queste persone vanga data fiducia. Oggi la Giunta è presente ed a loro discrezione lascio dire se sono disposti a darmi fiducia oppure no”.
Il primo Assessore a prendere la parola è Aldo De Benedittis con deleghe Servizi Sociali, Politiche del Lavoro ed Occupazionali, Sport, Gestione Edilizia Sportiva. ” Testimonio oggi. la mia  fiducia al sindaco ed anche l’affetto per un amico. Devo ringraziare il Sindaco per la capacità con cui ha portato avanti questa amministrazione e per i progetti conclusi ma anche quelli in itinere, dedicando tutto il suo tempo a questo Comune. Certo si poteva fare di più, ma non dimentichiamo che questa amministrazione ha pagato circa 14 anni di debiti fuori bilancio. Mi auguro che i cittadini di Campobasso non vogliano fare l’errore di riconsegnare la città al centro sinsitra, che ha portato allo sfascio le casse comunali. Mi auguro anche che il Nuovo Centro Destra possa vedere in Gino Di Bartolomeo il candidato per la città”.
Poi è la volta di Giuseppina Mucci con deleghe Personale, Verde Pubblico,Politiche per l’Infanzia, Politiche Giovanili, Campobassani nel Mondo, Pari Opportunità. “ Io mi sono trovata in accordo su molte decisioni prese dal sindaco, anche su quella coraggiosa di chiudere le scuole lo scorso anno, lo dico non come amministratore ma come mamma. Per me i grandi uomini della politica sono coloro che lottano per la loro gente, per questo manifesto la mia fiducia e l’appoggio alle prossime elezioni al Sindaco, che ritengo un politico di grande esperienza”.
Quindi Vincenzo Cimino con deleghe Rapporti con il Consiglio Comunale, Commercio, Attività Produttive, Artigianato, Turismo, Farmacie, Randagismo, Servizi di Emergenza Sanitaria .” I 4 anni trascorsi a  lavorare con il Sindaco a la maggioranza mi ha arricchito dal punto di vista professionale, politico e d umano. L’impegno è stato quotidiano, svolto con passione e serietà. Il rapporto instauratosi dal Sindaco è stato basato su rispetto e sulla onestà, sono grato per avermi assegnato queste deleghe. Non posso che ribadire il mio supporto e la mia fiducia anche per le prossime elezioni a Gino Di Bartolomeo, ho avuto la possibilità di dialogare con i partiti ed ho espresso la mia opinione sulla necessità di far confluire le decisioni su un unico candidato”.
Prettamente politico e “sibillino” l’intervento dell’Assessore Nicola Cefaratti, Trasparenza, Trasporto Pubblico Urbano. “ Il primo passo per chiedere nuovamente la fiducia ai cittadini è quello di esporre i risultati ottenuti, un primo passo verso uno sviluppo nuovo della città è stato fatto, in vari settori,  soprattutto su temi che erano stati messi da parte precedentemente come l’Ambiente, l’Energia, la Raccolta differenziata, la gestione della Sea, un approccio nuovo per la gestione dell’acqua, la messa in sicurezza dei plessi scolastici, una serie di iniziative importanti per poter dare una fiducia a tutti noi per una riproposizione da qui a qualche mese. Certo le valutazioni devono essere fatte soprattutto guardando al domani e non al passato, gli obiettivi sono stati raggiunti ma soprattutto hanno aperto la strada per guardare con fiducia al domani ed allo sviluppo della città. Sono convinto che nell’ambito della coalizione di centro destra si debba pensare ad una coalizione nuova, oggi il centro estra non esiste più, rispetto a quello che è stato lo scenario di qualche tempo fa. Oggi bisogna guardare alla proposta politica, ale necessità della collettività. Sono convinto che è necessario il contributo dei partiti, non si può ragionare al di fuori, è necessario trovare il candidato unico di una coalizione di moderati che vada oltre lo scacchiere politico classico”. L’Assessore Cefaratti chiude l’intervendo dicendo che non è nè iscritto nè candidato alle primarie.
Molto breve l’intervento dell’Assessore Nicola Gesualdo, con deleghe Pianificazione Territoriale, Urbanistica, Edilizia Residenziale Pubblica, Privata ed Industriale, Politiche per il Centro Storico.” Il mio mandato è iniziato da poco, concordo con ciò che hanno detto i miei colleghi in merito ai sacrifici ed ai lavori svolti ed in itinere, considerando l’eredità ricevuta. ‘ importante considerare i fattori bilancio e ridotte elargizioni da parte dello Stato, il Patto di stabilità, situazioni lasciate in sospeso e nonostante tutto questa amminisrazione è riuscita negli intenti, non in tutti ma in una situazione simile si è fatto il possibile. Io sono espressione di una lista civica, alle prossime elezioni cosa succedera? Al momento devo dire che oltre al Sindaco Di bartolomeo non vedo altre persone che possano esprimere quella passione equella capacità politica ed amministrativa che ci ha dimostrato in questi anni. ome lista civica continueremo a dare il nostro contributo all’Amministrazione della città e contribuiremo a costituire una squadra di governo che possa dare ancora tanto alla città”.
Chiude la rosa degli assessori Donato Toma con deleghe Risorse Comunitarie, Tributi, Bilancio, Contenzioso, Patrimonio, Controllo di Gestione. ” Preciso subito che non sono un politio ma un tecnico, e sono stato onorato quando il Sindaco mi ha chiamato, perchè aveva bisogno del mio servizio per la città di Campobasso. Sono soddisfatto del lavoro, soprattutto sul bilancio, che siamo riusciti a fare.  La mia fiducia ed il mio appoggio al Sindaco potrebbe essere scontata ma non è così, ha dei fondamenti. Sono con Di Bartolomeo e per Di Bartolomeo”. 

Ad oggi il sindaco Di Bartolomeo sembra avere l’appoggio degli assessori, anche se la fiducia è materia di Consiglio, ed oggi i Consiglieri della maggioranza in Comune erano assenti. Perchè?  Senza somporsi il primo cittadino ha replicato “ non li ho invitati”. Siamo solo a gennaio, come siamo abituati gli scenari politici cambiano di giorno in giorno e soprattutto all’avvicinarsi della scadenza delle votazioni.

Commenti Facebook