Commemorazione dei 100 anni dal termine della Prima Guerra Mondiale, il programma degli eventi a Termoli

228

Sono tre le associazioni di Termoli che hanno organizzato per commemorare i 100 anni dal termine della Prima Guerra Mondiale.
Si tratta delle associazioni Frammenti e Progetto Cultura, Mai più sole e U’ battellucce che questa mattina sono state rappresentate dai rispettivi componenti Liberato Russo e Gaetano Ricci, Petronilla Di Giacobbe e Nicolino Cannarsa. Ad accoglierli nella sala consiliare del Comune di Termoli, per l presentazione del programma , sono stati il presidente del Consiglio comunale Manuela Vigilante ed il consigliere Andrea Casolino.
“Non dobbiamo fare l’errore di correre verso il presente senza guardare mai indietro alla storia del nostro passato – ha detto il presidente Vigilante salutando anche i ragazzi delle scuole presenti in sala -. Dobbiamo imparare dalla storia”.
“L’apporto delle associazioni è importantissimo – ha detto il consigliere Casolino – perché con il loro lavoro mantengono viva la cultura e la vitalità del nostro territorio. Quando ho saputo che tre associazioni avevano ideato altrettanti eventi dedicati alla prima Guerra mondiale ho sentito il dovere da cittadino, da amministratore e da genitore, di ricordare quanto accaduto attraverso mostre, spettacoli ed eventi, perché non si compiano più atrocità o ingiustizie e questo è ancora più importante oggi in un mondo che sta andando verso il sopruso, l’ingiustizia e l’intolleranza”.
– I referenti delle associazioni sono passati poi a presentare i singoli eventi, si inizia il 1 novembre al Castello Svevo con ‘Trincee’ la mostra organizzata dalle associazioni Frammenti e Progetto cultura. L’esposizione fotografica e di cimeli e reperti storici resterà aperta fino al 5 novembre.
– Il 3 novembre sarà la volta dell’associazione ‘U Battellucce che all’auditorium della chiesa Santa Maria degli Angeli a Difesa Grande, a partire dalle 17.00, presenterà lo spettacolo ‘Cento anni dalla grande Guerra’, un lavoro di ricerca sui termolesi scomparsi durante la Prima Guerra mondiale e dei quali si è persa la memoria.
– L ’associazione Mai più sole dal 6 al 16 novembre terrà la mostra ‘I fiori del male’, rassegna fotografica dedicata alle donne in manicomio negli anni della guerra. La mostra si terrà nei locali dell’arcivescovado in piazza Duomo e sarà aperta dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30. Parallelamente alla mostra l’associazione ha organizzato una serie di altre iniziative:
-Il 6 novembre alle ore 17,30 inaugurazione della mostra e letture tratte da ‘Malacarne’ con accompagnamento musicale di Luciana Patullo.
-Il 7 novembre alle ore 18.00 presso la pizzeria Sognadoro nel Borgo Vecchio ‘La parola che narra’ presentazione del libro ‘Ninì e altri racconti’della scrittrice Maria Assunta Prezioso.
-Il 10 novembre alle 18.00 nei locali della nostra all’arcivescovado ‘La parola che evoca’ serata di poesie e musica ‘Suona ti prego’ con l’attrice Barbara Petti e la fisarmonica di Alessio Paradiso.
-Il 12 novembre ore 17.30 Aula Magna dell’Unimol “Donne senza parola. Linguaggio ed esclusione sociale nel ventennio fascista” con la pedagogista Anna Paolella.
-15 novembre ore 10.00 Aula Magna del liceo Artistico ‘L’immagine che illumina’ giornata di arte e pittura, lectio magistralis sull’incontro tra disagio psichico e creatività artistica tenuta dalle professoresse Antonietta Caruso e Rossella di Falco e dallo psichiatra dott. Angelo Malinconico

Commenti Facebook