Il Termoli non sa più vincere. L’Isernia sulla strada giusta

498

mister agnoneMomento nero per il Termoli che sembra aver mollato la presa. La squadra di Giacomarro è reduce da quattro pareggi consecutivi, con Maceratese, Ancona, Giulianova e Maceratese, ed ha vissuto un mese di gennaio tribolato. Solo quattro i punti raccolti dalla formazione adriatica che in tal modo ha perso contatto con il vertice. Ora i punti di distacco con la vetta sono diventati 10, anche se la seconda piazza dista appena 3 punti. Ci sono i margini per tornare in carreggiata e puntare dritti al piazzamento d’onore, dal momento che appare adesso improbabile puntare al vertice.

Non solo per l’ampio divario, ma soprattutto perché la corazzata Ancona sembra non perdere colpi. I giallorossi, però, devono immediatamente invertire rotta e rimboccare la strada giusta. La sosta sembra essere propizia e sarà utile al Termoli per ricaricare le batterie, tanto fisiche, quanto mentali. Alla ripresa gli adriatici saranno impegnati sul rettangolo da gioco del Fano.
Potrebbe, invece, tornare in campo già questa domenica l’Olympia Agnonese. Come noto la gara dello scorso turno con l’Amiternina è stata sospesa per la violenta bufera di neve che si è abbattuta sul Civitelle. Una manna per la squadra di Urbano che era sotto per 2-0 e sicuramente avrebbe perso un match che, invece, sarà recuperato dall’inizio. E probabilmente l’incontro si giocherà domenica quando il torneo osserverà una sosta per permettere lo svolgimento del torneo di Viareggio. Le due squadre, Agnone e Amiternina, non hanno atleti impegnati nella rappresentativa del girone e potrebbero decidere di recuperare la gara. Una partita che i granata dovranno affrontare con piglio diverso rispetto a quanto fatto domenica, soprattutto in considerazione del fatto che si tratta di uno scontro diretto.
Momento apparentemente positivo per l’Isernia che è reduce da quattro risultati utili consecutivi, 3 pareggi e una vittoria. Nonostante questo i biancocelesti restano terz’ultimi in classifica. I progressi, però, appaiono evidenti e restano ancora ampi margini di miglioramento. Continuando sulla strada intrapresa i pentri potranno riuscire a centrare l’obiettivo della salvezza. Alla ripresa del campionato l’Isernia riceverà il Celano e cercherà di allungare il filotto positivo.
Del Bojano, come noto, non parliamo, essendo la situazione dei biancorossi grottesca e surreale.

Commenti Facebook