Torna sulla scena l’artista molisano Chry con una storia di amore tossico in chiave noir

834

Reduce dalla pubblicazione del primo inedito “Broken Butterfly”, torna sulla scena l’artista molisano Chry. Una cover, un’interpretazione violenta e spietata a colpi da 8mm di pellicola sul brano “Tainted Love”, per raccontare una storia di amore tossico in chiave noir.

“Tainted love”, è un brano degli anni sessanta portato al successo nel 1981 dal duo britannico Soft Cell, numerose le versioni postume di vario genere musicale, dall’industrial metal di Marylin Manson ai Cure, dal punk italiano dei Prozac+ agli Hormonauts, fino alla recente versione “carillon” per la serie televisiva American Horror Story.
Quest’ultima, di forte ispirazione per il teaser promozionale del brano, dove Chry tira su la cresta con il viso celato dietro la maschera di un teschio che ricorda il “Crimson Ghost”, criminale senza volto dell’omonima serie televisiva del 1946, storica mascotte dei Misfits e simbolo della controcultura horror punk.

La versione interpretata da Chry è nello stile di Imelda May, ultima dea del rockabilly contemporaneo.

“Tainted Love” sarà disponibile per il download gratuito da venerdì 17 giugno sulla pagina Facebook dell’artista.

Pagina ufficiale di Chry
www.facebook.com/ChryCassella

Broken Butterfly – Teaser #1
www.facebook.com/ChryCassella/videos/386725964785088/

Commenti Facebook