Seminario Memoria percezione e conservazione del patrimonio culturale

685

Giovedì 26 giugno p.v. alle ore 18:00 si terrà presso il Museo Sannitico di Campobasso, in Via Chiarizia 10, il terzo appuntamento del ciclo dei seminari “Molise tra Storia e Paesaggio”, organizzato dall’Università degli Studi del Molise in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Culturali e la Regione Molise nell’ambito del percorso formativo del Master di II livello in “Progettazione e promozione del paesaggio culturale”.L’evento, aperto a tutti, vedrà la partecipazione di Marlene Suano, docente di Archeologia all’Università di San Paolo del Brasile e di Stefano De Caro, Direttore Generale ICCROM – Centro Internazionale di Studi per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali. Verranno affrontati i temi della memoria, della percezione e della conservazione del patrimonio culturale.

Seguirà, alle ore 20:30, un Archeo-Happy Hour con degustazione di prelibate ricette di età romana e musica dal vivo della ZAMPOGNORCHESTRA per rivivere antiche atmosfere.

Archeoaperitivo
L’archeoaperitivo è un evento gastronomico a buffet, che si svolge in aree archeologiche, castelli, torri, borghi e luoghi dallo spiccato carattere storico su tutto il territorio molisano. La finalità è quella di far rivivere l’antico e valorizzare i luoghi della cultura attraverso l’esperienza multisensoriale, legata all’alimentazione in età antica con l’assaggio di pietanze preparate secondo le antiche ricette, utilizzando le migliori materie prime prodotte dal territorio. Archeologi e storici esperti di gastronomia antica accompagneranno l’evento con approfondimenti sugli ingredienti e le modalità di preparazione dei piatti nell’antichità e illustreranno gli aspetti più curiosi legati alla gastronomia antica e scaturiti dagli studi più recenti sull’argomento. La gastronomia storica è un modo nuovo ed efficace per calarsi realisticamente nel “gusto” dell’antico e per comprendere pienamente anche l’utilizzo e la funzione dei molti materiali ceramici che affollano le vetrine di ogni museo e che erano utilizzati per la preparazione, la conservazione e il trasporto di alimenti e bevande. Inoltre, l’utilizzo delle eccellenze enogastronomiche locali vuole sottolineare il rapporto diacronico che ogni territorio ha con il proprio passato, tanto più evidente nella regione Molise che in altre realtà nazionali. L’archeoaperitivo storico è incentrato sull’età romana e intende valorizzare le numerose emergenze del territorio molisano legate alla romanizzazione prima e all’impero romano poi: Larino, Venafro, Altilia e la villa rustica di Roccavivara.

Zampognorchestra
La Zampognorchestra è un gruppo di quattro musicisti molisani e abruzzesi (Giuseppe “Spedino” Moffa, Aldo Iezza, Antonello di Matteo e Massimiliano Mezzadonna) che sono riusciti a piegare uno degli strumenti tipici dell’Italia Centro-meridionale, la zampogna, trasformandolo in una vera e propria “orchestra”, tanto atipica quanto irresistibile e trascinante.
Lo straordinario e originalissimo esperimento consiste nell’utilizzare le ampie potenzialità sonore che questi strumenti popolari possiedono per suonare rock, jazz, musica classica, dando così vita a un incontro di generi e ispirazioni eterogenee, legate insieme da tanto groove per un impatto travolgente. La missione è quella di rinnovare il repertorio di uno strumento antichissimo risalente all’età romana che, come alcuni studiosi raccontano, veniva suonato dai soldati dell’esercito di Giulio Cesare.

Commenti Facebook