San Gia…zz Festival 2015 – XX edizione “Jazz & More… Wine & Food”

1476

Al via il San Gia…zz Festival edizione 2015. Questo il programma:
Martedì 11 Agosto – ore 22.00
JAMES THOMPSON & THE HARLEM BLUES BAND
Mercoledì 12 Agosto – ore 22.00
DANIELE GORGONE 4TET feat. TOM KIRKPATRICK
Giovedì 13 Agosto – ore 22.00
DEAN BOWMAN & GIO CRISTIANO VOODOO MILES BAND
Largo del Tempio – San Giacomo degli Schiavoni (CB) Ingresso libero
www.sangiazzfestival.it/
www.facebook.com/sangiazzfestival1996

JAMES THOMPSON & THE HARLEM BLUES BAND
James Thompson – voce, sax, flauto
Richard Blues – voce
Matteo Fioretti – chitarra
Francesco “draft” Bozza – piano
Jon Trip – organo
Daniele Del Gaudio – basso
Rocco Di Cosmo – batteria
Francesco Ariemme – tromba
James Thompson, musicista, sassofonista e cantante statunitense, ha suonato ed inciso diversi album con grandi artisti come Zucchero, Paolo Conte, gli Stadio, i Jestofunk, Andrea Mingardi e i Timoria, ha partecipato a grandi festival musicali come Montreaux Jazz Festival, Rock am Ring in Germania, The House of blues a Los Angeles, The Beacon Theatre a New York, The Kremlin a Mosca, Royal Albert Hall, Pavarotti & Friends e molti altri.
Nel 2007 ha partecipato alle tournée di Billy Cobham e Frank Gambale; nel 2008 è impegnato nella tournée mondiale del tour “All the best world tour” di Zucchero a cui seguirà il tour dell’album “Chocabeck” nel 2012 fino al concerto all’Avana con La Sesion Cubana.
Nel 2010 è uscito il suo ultimo CD “Different Faces” che riflette lo stato d’animo musicale del momento. Tutti i pezzi sono stati scritti da lui stesso ed hanno delle inflessioni che vanno dal soul al jazz al funk e al rock.
Ad accompagnarlo ci sarà la Harlem Blues Band, complesso soul/blues pugliese attivissimo in sede live da diversi anni, con partecipazioni nei più importanti festival del centro-sud Italia, particolarmente di rilievo la loro presenza al Porretta Soul Festival, il più importante festival soul del mondo.
Oltre che con James Thompson, collaborano anche con la cantante giamaicana r&b Scheol Dilu Miller e Lisa Hunt, corista storica di Zucchero, inoltre lo scorso febbraio Richard Blues, cantante della band, è stato ospite del festival “An evening with the blues” di Bolzano, condividendo il palco con Pick Withers, batterista fondatore dei Dire Straits.
Otto elementi sul palco, offrono uno show esplosivo e coinvolgente, condito da ironia, eleganza e tanto groove, dal Chicago Blues al Soul Stax, dal Funk al Rhythm’n’Blues.

DANIELE GORGONE 4TET FEAT. TOM KIRKPATRICK
Daniele Gorgone – piano
Matteo Anelli – contrabbasso
Carlo Battisti – batteria
Tom Kirkpatrick – tromba
Quartetto dalla straordinaria energia, saldamente ancorata al potente e brillante linguaggio hard-bop, come testimoniano le strepitose collaborazioni di Gorgone già al fianco di star internazionali come Scott Hamilton, Jesse Davis e Peter King, leader di un trio a New York con cui ha inciso un disco e vincitore di vari premi internazionali tra cui Barga jazz nel 2006, la band si muove con primaria abilità nei territori moderni e mainstream del jazz americano.
Coadiuvato dalla salda e potente sezione ritmica formata dall’illustre esponente del firmamento jazz italiano Carlo Battisti e dal giovane talento Matteo Anelli, il quartetto offrirà una serata basata su un repertorio promiscuo tra standard e originali, il tutto intriso di profondità energia e swing grazie all’apporto del maestro della tromba jazz americana Tom Kirkpatrick.
Tra i più importanti musicisti jazz al mondo, Kirkpatrick nasce nel ‘54 nato in Ohio, ma si trasferisce a New York, dove inizia una carriera che lo ha visto imporsi all’attenzione internazionale per il suo stile dipendente ora dal dixie, dallo swing, dalle ballate tradizionali del West, ma sempre vero.
Arriva presto a collaborare con importanti musicisti, a partire dal sassofonista Lou Donaldson nella cui band milita per diversi anni, per diventare infine un elemento di punta della “Charlie Parker memorial band” diretta da Walter Bishop.
Collabora inoltre con Cedar Walton, Charles Davis, Kenny Washington, Joe Henderson, Woody Shaw, Kenny Drew, Woody Herman, Billy Higgins, Stan Kenton, George Coleman, Chet Baker, Kenny Barron, Walter Bishop Jr., Ray Drummond, Steve Grossman, Barry Harris, Harold Mabern, Tommy Flanagan, Mike Le Donne, Max Roach, Jamey Aebersold, John Scofield, Ned Otter, Bob Moses, Peter Bernstein e tanti altri.

DEAN BOWMAN & GIO CRISTIANO VOODOO MILES BAND
Dean Bowman: vocalist
Gio Cristiano: guitar
Angelo Calabrese: drums
Giuseppe Arena: bass
Giovanni Sorvillo: sax tenore
Il progetto “Voodoo Miles Band” nasce nel 2010 da un’idea del chitarrista napoletano Gio Cristiano, il quale dopo l’incontro con il vocalist Dean Bowman, sente l’esigenza di immergersi massicciamente nelle sonorità Hendrixiano-Davisiane. E’ un viaggio nei territori sonori della black music, a partire dalle origini del blues gospel fino al jazz-rock Davisiano, passando per le composizioni originali del vocalist Newyorkese e della band con cui lavora dal 2010.
Dean Bowman è tra i vocalist più dotati e rispettati della scena musicale afroamericana contemporanea, con alle spalle una carriera trentennale totalmente votata all’impegno, sia artistico (fondamentale il suo contributo a tutta la scena jazz, rock e d’avanguardia della Downtown Newyorchese) che “politico” (è uno dei membri di vecchia data della Black Rock Coalition).
Bowman è stato in grado di fagocitare una serie impressionante di tecniche e stili vocali (scat, falsetti, diplofonie, rap, gutturali), la perfetta fusione di queste tecniche e la sua impressionante propensione all’istintività espressiva lo rendono capace di escursioni tonali e dinamiche da capogiro.
La sua poderosa tecnica vocale e la profondità delle sue interpretazioni lo hanno portato ad essere richiesto dai più importanti musicisti della scena mondiale comeJohn Scofield, Don Byron, Mingus Big Band, Brass Fantasy, Lester Bowie, Uri Cane, Screaming Headless Torsos e molti altri.
E’ stato definito dalla stampa e dai colleghi come “Il vocalist jazz più importante dai tempi di Bobby McFerrin” (Sue Mingus), “La voce di un Dio” (Madonna), “Un cantante jazz con l’animo da rocker; Espressivo, carismatico, tecnicamente sfolgorante… una star” (London Guardian).
Gio Cristiano è un chitarrista e compositore napoletano, classe ’79, ha suonato e collabora con diversi musicisti della scena jazzistica contemporanea, come il bassista newyorkese Reggie Washington, il sassofonista e compositore napoletano Daniele Sepe, oltre che con Dean Bowman e molti altri.
Dal punto di vista stilistico è un chitarrista enigmatico, costantemente alla ricerca di percorsi sghembi, di territori al confine tra diverse tradizioni e culture. Un musicista trasversale, in grado di esplorare con curiosità ed interesse diverse regioni sonore, immergendosi con naturalezza nelle sonorità della black music, della tradizione popolare mediterranea e del jazz contemporaneo.
E’ stato definito “un chitarrista funk-jazz di matrice Hendrixiana” (La Repubblica), “frutto dell’incrocio del mondo arabo-mediterraneo con la tradizione jazzistica” (Radio3Rai), “Sound Hendrixiano rivisitato in chiave Davisiana” (Il Mattino).
Con alla batteria Angelo Calabrese, al basso elettrico Giuseppe Arena e al sax tenore Giovanni Sorvillo, lo spettacolo della Voodoo Miles Band è un viaggio attraverso le diverse anime della musica afroamericana, un percorso a ritroso che dalla complessità ritmico-armonica del jazz contemporaneo torna all’essenza del gospel delle origini. In questo percorso l’ascoltatore viene proiettato in un universo sonoro in cui la raffinatezza del jazz, il groove della black music, la potenza del rock hendrixiano e la spiritualità del gospel convivono in un’esperienza sonora irripetibile.
La scaletta prevede brani che spaziano dalle composizioni originali del cantante Newyorkese alle rivisitazioni di brani di Jimi Hendrix e del repertorio afroamericano fino concludersi con stupefacenti interpretazioni di gospel song per sola voce.

Commenti Facebook