La regione Molise potrebbe prendere il volo con il 4° Meeting del Comitato Esecutivo del progetto transfrontaliero europeo AIR.NET

579

volareGrosso interesse ha suscitato il 4° Meeting del Comitato Esecutivo del progetto transfrontaliero europeo AIR.NET “Regional Airports NETwork for a common economic space for the mobility of people and goods” parte integrante del Programma IPA Adriatic CBC) che si è svolto nella sala del Parlamentino di via Genova a Campobasso. Organizzato dal Servizio Speciale della Presidenza della Regione Molise Avvocatura Regionale – Affari Legislativi e Giuridici e Rapporti Istituzionali – Ufficio Diritti Umani e Cooperazione Internazionale allo Sviluppo il progetto mira a stabilire una rete aeroportuale, nell’Area Adriatica al fine di rafforzare lo spazio economico comune in termini di mobilità di persone e merci.

Il tutto, sulla base che la connettività e la mobilità delle persone e delle merci tra i paesi moderni sono i punti di partenza per lo sviluppo economico, la crescita, la coesione sociale e culturale, tutti elementi che favoriscono i rapporti di collaborazione tra differenti realtà. Grazie al trasporto aereo, ci sarà la possibilità di istituire collegamenti rapidi e diretti lungo la direttrice Est-Ovest delle coste adriatiche migliorando e generando nuove possibilità d’investimento, in particolare nel settore del turismo, attraverso la diminuzione dei tempi di viaggio. Il progetto che vede la partecipazione degli aereoporti di Puglia S.p.A; Friuli Venezia Giulia, Monstar Airport Ltd; Public Enterprise “Airport Nis”; Comune dell’Aquila e Regione Molise si basa sul partenariato di cooperazione fra gli aeroporti regionali dell’area Adriatica che costituiscono un importante motore per lo sviluppo socio-economico delle società che operano sul territorio. Inoltre, l’iniziativa, guarda con interesse a quelle aree che presentano rilevanti potenzialità economiche anche se con ritardo di sviluppo a causa della quasi assenza di comunicazione stabilendo e promuovendo nel contempo nuovi collegamenti al fine di migliorare la cooperazione transfrontaliera; migliorando l’accessibilità e la mobilità tra i partner partecipanti; aprendo nuove possibilità per le imprese; incoraggiando gli investimenti e il turismo grazie al risparmio di tempo di viaggio garantito da nuovi voli e nuove rotte. Base essenziale: l’analisi preliminare che è il punto di partenza per lo sviluppo di un business plan che giustifichi la creazione di pacchetti di collegamenti aerei sul mare Adriatico. Infine AIR.NET si propone di migliorare l’accessibilità agli aeroporti regionali coinvolti nel progetto, definendo i piani di mobilità regionali che sviluppino e promuovano l’ intermodalità, ovvero l’integrazione e la collaborazione dei mezzi di trasporto in conformità con la comunicazione “Piano d’azione per migliorare la capacità, l’efficienza e la sicurezza aerea in Europa”, pubblicato dalla Commissione europea nel gennaio 2007. In questo discorso la Regione Molise pur non avendo un aeroporto sul territorio, partecipa in qualità di partner Istituzionale creando e fornendo un servizio agli utenti Molisani sia in arrivo sia in partenza. A tal proposito, sono state commissionate due analisi: la prima è un’analisi territoriale e di Mercato in ambito aeroportuale; la seconda: un piano di mobilità Molise – Aeroporto di Bari quindi un piano di mobilità interregionale. Inoltre, la Regione Molise, in seguito al risparmio di una parte del budget, insieme alla “Lead Partner”, sta valutando la possibilità di istituire per un periodo di sperimentazione che dovrebbe essere a ridosso delle vacanze di Natale, una navetta che collegherà il Molise con l’Aeroporto del capoluogo di regione Pugliese. La compagnia aerea selezionata per coprire le tratte del progetto è la “Mistral AIR – Poste Italiane” e il Tour Operator che si occupa del marketing, della vendita on-line di biglietti sul proprio sito è “Balkan Express”. Si tratta di un’iniziativa vincente che pone il Molise, al centro di un progetto che fin dalle prime battute ha attratto l’attenzione delle Istituzioni sia Europee sia regionali.   

Commenti Facebook