Vertenza GTM, si continuano a trascurare le necessità dei lavoratori. Grazie per l’indifferenza!

746

I dipendenti della GTM ringraziano l’Amministrazione Regionale, l’Amministrazione Comunale, l’Impresa e le altre Istituzioni che questa Federazione sindacale ha ritenuto di dover coinvolgere in questa  surreale vicenda, ringraziano per il grande interesse dimostrato  a risolvere la vertenza che li vede, ancora oggi, senza stipendi e senza quattordicesima mensilità. E’ evidente e ce ne possiamo solo compiacere, che per gli Amministratori, anche coloro che avrebbero dovuto risolvere da tempo la questione denunciata del mancato pagamento di ben quattro mensilità, la regolarità nei pagamenti delle loro spettanze economiche è cosa acquisita e ritenuta inderogabile e come sindacalisti ce ne rallegriamo. Non vorremmo però che fosse questo l’elemento che ha generato l’indifferenza che abbiamo dovuto subire da mesi ed  almeno fino ad oggi quando delle dovute spettanze e del loro pagamento, non si ha ancora notizia.
E dire che la nostra azione di accelerare la procedura burocratica di un improbabile accordo tra Regione, Comune ed Impresa che ha visto, anche questa volta quali vittime sacrificali i dipendenti, andava a compensare gli esiti nefasti di una contrapposizione generata da una frettolosa ed improvvida determinazione regionale, clamorosamente bocciata dal TAR Molise. Abbiamo caparbiamente chiesto a TUTTI di intercedere affinchè il pagamento delle prime tre rate concordate venissero erogate entro la terza settimana di luglio, così da non incappare nella pausa di agosto, quando notoriamente, il ridotto regime degli Uffici porta ad un ulteriore allungamento dei tempi e conseguenti, ulteriori ritardi dei pagamenti degli stipendi; abbiamo ottenuto da tutti coloro che abbiamo interpellato lo stesso risultato: nulla!  E in quell’accordo neanche l’accortezza di impegnare le risorse delle prime rate vincolandole a favore dei lavoratori e delle loro famiglie, come se il sacrificio di essere arrivati a tre mesi senza percepire lo stipendio non fosse ancora un motivo sufficientemente valido per inserire nell’accordo un elemento di urgenza per permettere ai dipendenti di percepire almeno una parte di quanto loro atteso.
Abbiamo avuto modo di constatare che la vertenza dei lavoratori della GTM avrebbe potuto essere evitata con una maggiore attenzione alle possibili conseguenze di un atto amministrativo regionale di cui ancora oggi ignoriamo la ratio ed abbiamo preso atto della ostinazione a considerare secondari e trascurabili le necessità ed i bisogni dei lavoratori della GTM, che pubblicamente vogliono ringraziare, TUTTI.

Commenti Facebook