Trasporti, Faisa-Cisal annuncia presidio davanti la sede della Giunta regionale

656

La Faisa Cisal. ha appreso che l’Assessore ai Trasporti ha convocato le sole sigle sindacali del settore Filt- Cgil, Fit-Cisl e Uilt nella giornata di lunedì 11 p.v. per discutere della annosa e mai risolta problematica del pagamento degli stipendi da parte della maggiore ditta di trasporto (anche se ultimamente se ne è aggiunta un’altra).E’ a tutti noto che la nostra O.S. sia in prima fila per tentare di “correggere” un settore troppo compromesso; si rammenta la violazione trentennale in tema di riposi (corretta solo ultimamente), la “allegra” gestione dei fondi pubblici destinati al trasporto, le violazioni in tema di assegnazioni delle sedi di lavoro, i mancati pagamenti ai fondi previdenziali, le retribuzioni mancanti, le richieste d’intervento della regione, ecc…, eppure l’assessore convoca solo alcune sigle sindacali, stranamente anche chi non si è mai avveduta dei numerosi problemi esistenti (o non li ha voluti denunciare).Pertanto appare lapalissiano il tentativo, gravemente avvallato dalle istituzioni (senz’altro non super partes), di emarginare e imbavagliare l’organizzazione sindacale che maggiormente è coinvolta nel settore.
Alle OO.SS. invitate, sempre che non siano state loro a pretendere la nostra esclusione, non possiamo che far rilevare un caso da manuale “esemplare” per discriminazione e democrazia (alla faccia delle sempre invocate enunciazioni di principio). Per i motivi sopra esposti, la scrivente O.S. ha preannunciato un presidio per la giornata di domani 11, davanti la sede della giunta regionale, per contestare:
– l’ente regione, che non ha tenuto un comportamento consono al suo ruolo, prestandosi a puerili manovre di discriminazione;
– i sindacati partecipanti, che non hanno la rappresentanza dei lavoratori esclusi e perché, parte dei partecipanti, non hanno nemmeno, a ragione provata, la fiducia dei suddetti lavoratori.

Commenti Facebook