Spaccio di stupefacent e abuso di alcol: servizi straordinari di controllo nei locali pubblici

996

Continua l’attività  della Polizia di  Stato  sul fronte  dei controlli   di  pub,  bar  e  locali pubblici notturni  ubicati nel  Capoluogo e nei comuni limitrofi,  spesso ritrovo  di pregiudicati  e  teatro  di  attività  illecite  quali  lo spaccio di  stupefacenti e  la prostituzione. Nei giorni scorsi  sono stati  predisposti ulteriori  straordinari servizi di controllo del territorio,  svolti con l’azione congiunta  della Squadra Mobile,  della Polizia Amministrativa e Sociale, della Polizia Scientifica, dell’Ufficio Immigrazione nonché del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara.
Controlli, essi,   finalizzati  ad assicurare il rispetto della normativa per quanto attiene i predetti locali pubblici ed il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nonché l’abuso di sostanze alcoliche e dell’abusivismo commerciale.
Nell’ambito di tali servizi,  ieri,  il Questore della Provincia di Campobasso,  ha emesso un provvedimento di immediata cessazione dell’attività non autorizzata a carico del presidente di un circolo privato sito in Bojano.
Nella circostanza,  il personale di Polizia preposto al controllo  accertava che il suddetto circolo  svolgeva  un’attività di vero e proprio locale notturno tipo  night  eludendo la normativa sulle attività commerciali, di quella fiscale  e dei principi di leale concorrenza.  Lo stesso locale risultava dotato di pedana per gli spettacoli,  musica di sottofondo e bar gestito in forma imprenditoriale.  Essendosi  configurata  una vera e propria attività imprenditoriale,  veniva dichiarata la cessazione dell’attività non autorizzata e  comminate sanzioni amministrative.
Nella decorsa giornata di ieri,  inoltre,  sempre  a seguito di  specifici e mirati servizi di controllo del territorio,  personale della Squadra Volante  fermava  presso un noto centro commerciale della zona  un trentatreenne pregiudicato campano,  esercitante attività non autorizzata  di rivendita  gadget  e confezioni di abbigliamento.  L’uomo risultava  gravato da numerosi precedenti penali  per truffa ed armi  nonchè destinatario  della misura  di prevenzione del foglio di via emesso dal Questore della Provincia di Campobasso.   In  virtù  delle violazioni riscontrate,  gli operatori della Squadra Volante  denunciavano il campano  all’Autorità Giudiziaria  procedendo,  altresì,  al sequestro amministrativo della merce detenuta e  venduta illegalmente nel capoluogo.

Commenti Facebook