Sono indifferibili e improcrastinabili i lavori sulla Trignina

518

Ancora oggi abbiamo ricevuto sia alla posta elettronica del Comitato che dal socio Masciulli Nicola di Mafalda e Berardi Angiolino di Trivento una grande ondata di proteste per lo stato comatoso nel quale versa la strada statale 650 , cosidetta Fondo Valle Trigno. Sono circa due anni che aspettiamo i lavori di sistemazione del manto stradale. Abbiamo sollecitato e reiteratamente invitato l’ Anas a muoversi, poiché i danni che stanno subendole autovetture e gli autocarri sono indicibili, cerchioni piegati, gomme bucate, braccetti eccetera. Nella giornata di ieri mattina ho visto persino autovetture che si muovono a zig-zag per evitare le buche.
Abbiamo avuto riscontro che l’appalto di fine gennaio è stato vinto dalla ditta Camarro Costruzioni di Campobasso. In questi giorni si stà completando all’ufficio contratti dell’Aquila la procedura amministrativa, antimafia e polizze fideiussorie.
Ci hanno assicurato che i lavori inizieranno dalla Trignina, appena dopo pasqua circa venti giorni dopo, e confermato che appena finiti i lavori saranno rettificati e sistemati i limiti di velocità in modo uniforme a 90 km orari e si eliminerà quello scandalo del limite di velocità a 70 km orari  sul territorio di Tufillo.
Ci  siamo fatti sentire con ardimento come è nostro solito , però avvisiamo l’Anas che se entro il prossimo mese non ci sarà l’inizio lavori organizzeremo un sit-in con gli automobilisti, con i Sindaci e con le ditte che operano sulla Trignina.e occuperemo la strada . Come si suol dire “ uomo avvisato mezzo salvato”.
Il Presidente Antonio Turdò

Commenti Facebook