SOA: La nostra reale solidarietà va alla famiglia del giovane operaio morto a Pozzilli

338

Una vita spezzata e l’ipocrisia della sicurezza sul lavoro, intanto muore un giovane in una fabbrica di Pozzilli per produrre plastica.Stessa storia e solita ipocrisia  da parte di istituzioni  , sindacati e gruppetti politici che tirano fuori la lacrimuccia  quando oltretutto è un giovane a morire e come da programma ci si sciacqua la bocca sulla sicurezza , quella che non ci sarà mai se si continuano a mettere i numeri  prima della vita e a tagliare i diritti per un pezzo di pane amaro  , il lavoro già non c’è per egoismo e clientelismo e quando c’è ti fanno fare di tutto ,turni massacranti e spesso pagati con quattro soldi . La nostra reale solidarietà va alla famiglia del giovane operaio di soli 23 anni che ha perso la vita ieri sera per produrre plastica e ai suoi colleghi di Pozzilli ,li invitiamo a non arrendersi e a portare dignitosamente la verità per non farlo morire una seconda volta . 

Commenti Facebook