Sant’Agapito Smart Village : entra nel vivo il progetto con la presentazione delle App realizzate

1116

Sant’Agapito Smart Village – progetto ideato dall’associazione culturale Postoesposto e prodotto dal Comune di Sant’Agapito e dall’Assessorato alle Attività Produttive nel quadro del programma “Eventi nei Borghi – Marketing Territoriale”, nella giornata di ieri è entrato nel vivo, con la presentazione delle App realizzate. Il progetto, infatti, ha come obiettivo finale quello di un rilancio turistico del comune in provincia di Isernia attraverso un approccio avanguardistico che grazie alle applicazioni multipiattaforma conduce alla valorizzazione dei beni culturali e ambientali integrata alle filiere economiche locali.
Grande interesse è stato dimostrato per la APP “Viaggio nella Memoria” a cura del fotografo Ernesto Panetta. La collezione di fotografie antiche ha consentito una perfetta ricostruzione storica del borgo di grande impatto emotivo. Ma non meno interessante è stata la presentazione della APP “Mazzamauriell” a cura di Agapito Di Pilla, Molthon Smith e Nelida Di Stefano, un gioco in realtà aumentata realizzato dai ragazzi della Scuola Primaria di Sant’Agapito.
Oggi si prosegue con la presentazione, a cura della sezione isernina di Italia Nostra, della APP “Area Protetta del Torrente Lorda”: sarà possibile individuare i Punti di Interesse (POI) di tipo naturalistico, paesaggistico e culturale di Sant’Agapito ed in particolare quelli che ricadono nell’area della Riserva del Torrente Lorda. La App sarà costantemente aggiornata e darà la possibilità all’utente/turista di vedere le fotografie dei luoghi, le mappe GPS dei sentieri per il trekking e le uscite in mountain bike, nonché di ottenere informazioni su eventi e sulle caratteristiche peculiari dell’area.
Grande attesa per lo spettacolo Multimediale  a cura di Saul Saguatti e Audrey Coianiz, Kein, Leon e con la partecipazione straordinaria del maestro Piero Ricci che si terrà presso il Cortile di Palazzo dei Caracciolo.
SOTTO, questo il titolo dello spettacolo, è un live a due schermi, che racconta in maniera informale il divenire delle energie sotterranee, il muoversi sotto la terra gli scontri tra le forze terrestri a noi nascoste. Una ricostruzione fantastica di ciò che non possiamo vedere, una sezione immaginifica del sottosuolo in movimento, il racconto dello spostamento di sassi, terre di diversi spessori, colori e rocce che si ricompongono in sezioni quasi pittoriche. SOTTO mostra tutto questo in maniera non lineare, raccontandolo in una performance live di animazione e suoni,  in parte programmata e in parte improvvisata, con un crescendo lento ma costante, per arrivare a improvvise scosse liberatrici sino all’apogeo finale, poi di nuovo la calma una calma di attesa che tutto ricominci.

Commenti Facebook