Rinnovo segreteria PD. Il Comitato Molise per Civati a sostegno di Micaela Fanelli

516

Il coordinamento Molise per Civati continua il lavoro programmatico e organizzativo in vista del rinnovo della segreteria regionale del Partito Democratico. A sostegno di Micaela Fanelli candidato segretario, nel solco del cambiamento e sulla scia del modello di democrazia partecipata, il gruppo dei civatiani sta attuando, con entusiasmo e atteggiamento costruttivo, quella “mobilitazione cognitiva” tanto cara a Fabrizio Barca che vuole riportare al centro della discussione politica i problemi reali dei cittadini.Stiamo tutti attraversando un momento difficile dal quale sembrerebbe emergere un cinismo senza soluzioni. Molti vorrebbero abbassare l’asticella dei contenuti e delle forme verso la palude, un comodo caos, dove tutto galleggia indistinto.

Il nostro progetto di Partito Democratico intende assumere altri punti di riferimento.Noi crediamo che la politica e i partiti debbano compiutamente diventare i corpi intermedi che una moderna democrazia sollecita.L’uscita da questa situazione è che un pezzo della classe dirigente abdichi e contribuisca al ricambio dei dirigenti.Abbiamo bisogno di costruire ponti tra le generazioni.Abbiamo bisogno di un cambio di metodo e di nuovi obiettivi, raggiungibili solo aprendo le porte del partito.C’è bisogno di sinistra. Una sinistra di governo capace di affrontare i problemi della vita reale attraverso la partecipazione, l’ascolto, il confronto, attraverso la trasparenza.Il momento storico delicato impone il ritorno del tema del lavoro al centro della discussione politica e dell’azione amministrativa. C’è bisogno di soluzioni per le classi che vivono con maggiori difficoltà la crisi economica.La rinnovata grande partecipazione di iscritti e di simpatizzanti chiede al PD un nuovo corso politico. Le primarie aperte del 16 febbraio rappresentano una tappa importante sulla strada del rinnovamento.Il ticket Micaela Fanelli-Michele Di Giglio, maturato da un accordo politico condiviso e voluto anche dai dirigenti nazionali della mozione Renzi e della mozione Civati, vede la partecipazione di donne e uomini entusiasti di contribuire al nuovo corso politico con idee innovative.

Commenti Facebook