Rassegna Indovina chi viene al Museo? presenta “La primavera dei libri”, incontro con l’autore Daniele Aristarco

64

Rassegna Indovina chi viene al Museo? presenta “La primavera dei libri, percorsi di letteratura per l’infanzia tra passato e presente”, incontro con l’autore Daniele Aristarco. Mercoledì 15 e giovedì 16 maggio
Il “Museo della scuola e dell’educazione popolare” e il Centro di ricerca Ce.S.I.S. del Dipartimento di Scienze Umanistiche Sociali e della Formazione di UniMol, e il sistema museale Museunimol, presentano all’interno della rassegna “Indovina chi viene al Museo?” l’incontro con l’autore Daniele Aristarco. La Rassegna che intende proporre ed offrire una serie di dialoghi a più voci con gli autori dei testi di letteratura infantile e giovanile propone una serie di incontri aperti e orientati ad un ampio spettro di pubblico; per gli adulti, sul piano della conoscenza del mondo editoriale ed educativo, per i ragazzi, con il loro diretto coinvolgimento nelle attività didattiche di avvicinamento alla lettura.

 Per la due giorni di incontri, il 15 e 16 maggio, l’ospite sarà lo scrittore per ragazzi Daniele Aristarco che presenterà diversi suoi libri tra cui l’ultimo: “Lettere a una 12enne sul fascismo di ieri e di oggi”, pubblicato quest’anno dall’Einaudi Ragazzi. Daniele Aristarco è stato insegnante, è drammaturgo, e si occupa di laboratori di scrittura creativa con le scuole.Il Libro ricostruisce in modo molto chiaro cosa è stato il fascismo in Italia, come si è affermato, come si è consolidato, quali conseguenze ha portato. In “Lettere a una 12enne sul fascismo di ieri e di oggi”, l’autore si pone domande come: la Storia si può ripetere? I fantasmi del passato possono ripresentarsi? Come riconoscerli, come opporsi?

Daniele Aristarco esplora alcuni degli aspetti più complessi e contraddittori del nostro tempo. Attraverso una serie di lettere indirizzate a Giulia, una giovanissima studentessa, l’Autore narra la storia della dittatura fascista, prova a sbrogliarne gli intricati fili e indaga l’enigma del consenso. Con un pizzico di umorismo e uno stile chiaro e avvincente, queste pagine ripercorrono la storia italiana del Novecento per raggiungere la contemporaneità. Oltre ai principali avvenimenti, che vanno dalla nascita del movimento fascista al suo crollo rovinoso, alla fine della Seconda guerra mondiale, l’autore si sofferma sui contenuti e le caratteristiche culturali di un pensiero non del tutto scomparso. Aristarco delinea un profilo biografico di Benito Mussolini, parla dei suoi principi, della sua strategia per ottenere il consenso, della sua lotta feroce agli oppositori, rievocando le figure di Giacomo Matteotti, Antonio Gramsci e anche di Giordano Cavestro, fucilato a diciotto anni perché aveva creato un bollettino antifascista. Esistono antidoti al fascismo di ritorno? L’autore ne cita quattro alla portata di tutti: leggere, informarsi, studiare e viaggiare.

L’appuntamento si articola in due giornate: la prima si terrà oggi 15 Maggio presso la Bibliomediateca comunale di Campobasso (Casa della Scuola – Via Roma), che prenderà avvio alle ore 16.30, in cui l’autore dialogherà con i ragazzi presenti e con gli adulti ripercorrendo la storia del fascismo. (età consigliata 10-99 anni)La seconda giornata si rivolge ed è dedicata agli studenti delle scuole e universitari oltre a tutti coloro che posso essere interessati, e si svolgerà domani 16 maggio, a partire dalle ore 9.15 nella Biblioteca di Ateneo (Sala Fermi – Viale Manzoni, Campobasso). Nel corso dell’incontro l’autore proporrà in due turni un reading partecipato con i ragazzi sul suo libro “Lettere a una 12enne sul fascismo di ieri e di oggi”  e a seguire alle ore 11.00 un reading del suo libro “Fake: non è vero ma ci credo”.A seguire vi sarà una sperimentazione didattica in collaborazione con l’Istituto comprensivo Jovine e l’insegnamento e il laboratorio di Teoria e storia della letteratura per l’infanzia del Corso di laurea in Scienze della formazione primaria, in cui gli alunni di scuola primaria insieme all’autore mostreranno percorsi possibili di esplorazione, analisi e lettura, di un libro per ragazzi.

Commenti Facebook