Proseguono le riprese del film “Il Viaggio”. Sul set anche il presidente della Regione Paolo di Laura Frattura

712

Luci e telecamere hanno travolto domenica 1 novembre, la piazza di San Pietro Avellana (Is) per le riprese del nuovo film “Il Viaggio” del regista Alfredo Arciero e prodotto dalla Incas Produzioni di Campobasso. In particolare, la piazza del piccolo paese, teatro della suggestiva mostra mercato del tartufo bianco, è diventata un set cinematografico che ha attirato numerosi visitatori e curiosi. Le riprese del film, iniziate due settimane fa a Sepino, sono poi proseguite a Ripalimosani, Isernia e provincia, Campobasso e nel basso Abruzzo. Oltre che a San Pietro Avellana, la troupe ha girato diverse scene sui vagoni del treno Carpinone-Sulmona, la Transiberiana d’Italia, dove è ambientato parte del film e habitat dei cinque personaggi del lungometraggio che, in viaggio appunto, cambieranno le loro vite.
Sul set di San Pietro Avellana anche il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, che ha espresso soddisfazione per il progetto del film. “Il film ‘Il Viaggio’ – ha detto il governatore – mette insieme un’infrastruttura di straordinaria potenzialità per lo sviluppo della nostra regione con le qualità e le eccellenze che offre il nostro territorio. Se consideriamo le riprese di oggi (ieri ndr) fatte sul treno partito da Sulmona e arrivato qui a San Pietro Avellana, possiamo affermare che il cinema può essere lo strumento giusto di sintesi per centrare l’obiettivo di promozione del Molise con modalità diverse. In questo modo, sosteniamo la visibilità e lo sviluppo della regione con l’idea che un film possa suscitare emozioni e curiosità con canali diversi rispetto al passato”.
‘Il Viaggio’, oltre ad essere finanziato dal sostegno di alcuni imprenditori locali, è sostenuto anche dalla Regione Molise con il bando Ciak Molise. “Come Regione – ha aggiunto Paolo Frattura – abbiamo pubblicato un bando impiegando risorse del FESR per dare la possibilità a chiunque avesse intenzione di confrontarsi e misurarsi con l’ipotesi di promozione del Molise con strumenti nuovi”.
Il film rientra nella categoria dei movie tourism, lungometraggi nei quali il racconto mette in particolare risalto volti e paesaggi delle location. Su questo il presidente Frattura ha affermato: “Il Molise come set cinematografico, grazie alle sue location, penso centri immediatamente l’obiettivo che ci eravamo dati. Ci siamo battuti affinchè il nostro territorio diventasse oggetto di interesse soprattutto al di fuori dei nostri confini regionali e sono convinto che, alla fine, avremo una serie di opportunità e ricadute importanti”.
Le riprese del film continueranno fino alla fine della prossima settimana mentre l’uscita sugli schermi è prevista per l’inizio del 2016.

Commenti Facebook