Micone: ancora nessuna risposta ai lavoratori della filiera avicola

674

“Il 7 settembre scorso facevo pubblicamente un accorato appello al Governo Regionale circa l’inconcepibile tacere in merito alle prospettive future della GAM di Bojano e della filiera avicola molisana, ma a distanza di un mese sono ampiamente rammaricato, sostiene il Consigliere Regionale Salvatore Micone, che non sia giunta nessuna risposta in merito né tantomeno trapela alcuna notizia e prospettiva circa la ripresa produttiva del polo avicolo”.
Nell’ambito dell’assemblea consiliare dello scorso tre giugno, sottolinea Micone, il Governo Regionale aveva assunto precisi impegni con i lavoratori, impegni che purtroppo a distanza di quattro mesi non sembrano essere stati mantenuti.
Si sta, lentamente, addivenendo ad un dramma sociale, al tracollo economico delle tante famiglie coinvolte nel ciclo produttivo del pollame, che ricordo sono circa mille tra dipendenti ed indotto, ma soprattutto, voglio ricordare a tutti l’entità del fenomeno per la sua rilevanza sociale ed economica che esso riveste per l’area matesina che risentirà pesantemente dell’eventuale chiusura dei cancelli dell’azienda di Bojano.
“Avevo chiesto, insiste Micone, al Governo Regionale di non indugiare, di profondere tutto l’impegno per addivenire in tempi rapidi ad una soluzione, prima che anche questa tornata di ammortizzatori sociali arrivasse al capolinea. E questo momento in realtà è arrivato residuando solo venti giorni alla scadenza della cassa integrazione senza che l’Assessore Petraroia abbia fornito alcuna spiegazione o indicazione sul futuro delle centinaia di lavoratori interessati”.
Data l’entità del fenomeno, il Consigliere Micone ritiene che questo atteggiamento sia deplorevole ed ingiusto per i lavoratori che hanno speso tutta la loro vita e tutte le speranze proprie e dei propri figli in quella azienda.
“Assessore Petraroia, dove è finito il suo atteggiamento critico e polemico contro i passati Governi Regionali da lei accusati di non saper gestire e tutelare i livelli occupazionali dell’azienda? Come giustifica ai lavoratori che le tante battaglie passate oggi sono cadute nel silenzio più assordante proprio ora che il problema è reale ed imminente? Passare dal ruolo di Consigliere di opposizione, polemico ed accusatorio, a quello di Assessore Regionale con delega al Lavoro doveva essere l’occasione per dare le tante risposte a quei lavoratori che tante battaglie avevano fatto al suo fianco, ai tanti lavoratori che tanto si aspettavano da chi avevano visto sempre vicino! Ecco perché nel silenzio generale di chi governa, il suo non è accettabile, è quello che fa più “rumore”, è quello che non  comprendo, ma soprattutto non comprendono i lavoratori ed i cittadini dell’area matesina”.
“Assessore Petraroia, conclude Micone, le chiedo per l’ennesima volta di dare, con onestà e chiarezza, ai tanti pazientissimi lavoratori della Gam, le risposte che aspettano, di dire con trasparenza quali sono le strategie che sta mettendo in campo, quale sarà il futuro dell’azienda, dei lavoratori e quindi delle loro famiglie. Assessore deve prendere quest’onere e non si può tirare indietro né tanto meno può sfuggire e scansarlo. Le chiedo tutto questo oggi e continuerò a chiederglielo quotidianamente fino al 4 novembre, giorno in cui i famigerati ammortizzatori saranno finiti.”

Commenti Facebook