L’ufficio Centrale per i Referendum decreta legittimi I sei quesiti “No Triv”

766

L’ufficio Centrale per i Referendum presso la Corte di Cassazione si è espresso favorevolmente in merito alla legittimità dei sei quesiti referendari che abrogherebbero alcune parti relative alle trivellazioni petrolifere contenute nell’ articolo 38 del decreto legge Sblocca Italia. I sei quesiti “No Triv” sono stati presentati lo scorso 30 settembre alla Corte di Cassazione da dieci Regioni, il Molise è stato tra le prime ad averli approvati all’unanimità.
Esprime soddisfazione il consigliere delegato Domenico Ioffredi: “Sono fiducioso sul prossimo e definitivo passo della Corte Costituzionale, andiamo avanti con i lavori a Roma del costituendo comitato promotore che, dopo la riunione dei delegati dei Consigli Regionali dell’undici novembre scorso, ha fissato per il prossimo 9 dicembre 2015 un nuovo incontro organizzativo”.

Domenico Ioffredi
delegato presso la Conferenza dei Consigli Regionali

Commenti Facebook