Legge di Stabilità, rilancio del mezzogiorno e contrasto alla Povertà: confonto in conferenza Stato-Regioni

736

La Regione Molise, ovvero il luogo che non esiste che sempre più spesso è presa a pretesto dagli opinionisti televisivi e dalle firme autorevoli del Corriere della Sera ed altri quotidiani nazionali come esempio inutile di spreco amministrativo, oggi a distanza di anni assumerà per la prima volta la responsabilità istituzionale di presiedere una delle commissioni più importanti della Conferenza delle Regioni quella delle Politiche Sociali, esaminando punti in agenda di stretta attualità da inserire nella legge di stabilità 2016 come il Piano Nazionale di Contrasto alla Povertà e l’aiuto ai bambini poveri.
Un impegno gravoso e non semplice in un periodo di tagli al Welfare, di soppressione delle Province, di riduzione dei trasferimenti ai comuni di fortissime decurtazioni finanziarie alla sanità, alle regioni e alle comunità locali.
Formulo un vivo augurio di buon lavoro alla struttura tecnica della Regione Molise che coordinerà l’attività amministrativa insieme al Ministero e alla Conferenza delle Regioni, esprimendo un motivo di soddisfazione istituzionale per il Governo Regionale che ha avuto un riconoscimento nazionale di grande valore politico in un momento in cui ci si accanisce contro i piccoli territori e contro il Molise con ipotesi di smembramento e soppressione di importanti presidi dello Stato. (Pietro Maio)

Commenti Facebook